Pesca, più vicino l'ok di Bruxelles
alla cattura di vongole sottomisura

Lunedì 11 Aprile 2016
Una protesta dei vongolari a Civitanova Marche

LUSSEMBURGO - Si avvicina per i pescatori italiani l'ok di Bruxelles alla cattura di vongole sottotaglia. "Ci avviciniamo ad una soluzione", afferma il sottosegretario del ministero delle Politiche agricole, Giuseppe Castiglione, al termine del Consiglio dei ministri dell'agricoltura e della pesca oggi a Lussemburgo.

"Ho avuto un incontro a margine dei lavori del Consiglio con il commissario europeo alla Pesca, Karmenu Vella, a cui ho sollecitato la valutazione da parte del Comitato scientifico della Commissione europea sul piano di gestione inviato dall'Italia, per far sì che il diametro delle vongole pescabili possa scendere dagli attuali 2,5 centimetri a 2,2 centimetri", riferisce Castiglione all'Ansa.

Il piano di gestione "si basa sui dati scientifici raccolti in uno studio - ricorda il sottosegretario alle Politiche agricole - secondo cui le vongole nostrane sono mature al di sotto della taglia attualmente consentita, di 2,5 centimetri". Nel dibattito oggi a Lussemburgo, Castiglione ha inoltre condiviso "gli obiettivi di fondo" di una proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio che riguarda la revisione delle misure tecniche per la pesca, che dovrebbe semplificare e accelerare le procedure, ad esempio per quanto riguarda taglie minime di cattura o dimensioni delle maglie delle reti, che oggi richiedono una decisione del Parlamento europeo e del Consiglio. Secondo Castiglione questa proposta "consentirà di avvicinare il processo decisionale alle realtà locali, tenendo in maggiore considerazione le specificità sociali ed economiche".

© RIPRODUZIONE RISERVATA