Marche, protestano i lavoratori del ministero della Cultura: «Organico all'osso»

Marche, protestano i lavoratori del ministero della Cultura: «Organico all'osso»
Marche, protestano i lavoratori del ministero della Cultura: «Organico all'osso»
2 Minuti di Lettura
Domenica 3 Luglio 2022, 12:01 - Ultimo aggiornamento: 12:04

ANCONA - Un calo d'organico del 22% negli ultimi 4 anni, personale dimezzato nel giro di un decennio. Per questo domani mattina (lunedì 4 luglio) i circa 300 lavoratori degli uffici marchigiani del Ministero della Cultura manifesteranno con un presidio dalle ore 10 alle 12 in piazza del Plebiscito ad Ancona. La manifestazione, promossa da Fp Cgil, Cisl Fp e Uilpa riguarda le condizioni di lavoro di questi uffici dove sono rimasti poco meno di 300 lavoratori nelle Marche.

Manifestazione in piazza del Plebiscito

A fronte del brusco calo d'organico, fanno notare i sindacati le attività degli uffici marchigiani del Ministero della Cultura sono aumentate, in particolare con la ricostruzione post-sisma e le autorizzazioni legate al Pnrr. A farne la spesa sono i circa 300 dipendenti in organico «oggi costretti a incombenze raddoppiate», si legge in una nota dei sindacati. Per Cgil, Cisl e Uil «non sono più rimandabili un piano straordinario di assunzioni, un approccio organizzativo serio e strutturale sul Pnrr e un miglioramento delle condizioni di lavoro tramite l'adozione di una moderna strumentazione digitale».

© RIPRODUZIONE RISERVATA