Le Marche nella morsa del maltempo:
acqua a catinelle, grandine e allagamenti
Jesi, chiuso ed avacuato il pronto soccorso

Le Marche nella morsa del maltempo:
acqua a catinelle, grandine e allagamenti
Jesi, chiuso ed avacuato il pronto soccorso
Le Marche nella morsa del maltempo:
acqua a catinelle, grandine e allagamenti
Jesi, chiuso ed avacuato il pronto soccorso
ANCONA – L’attesa ondata di maltempo è arrivata: pioggia e grandine in grande quantità soprattutto sulla fascia costiera delle Marche. Un violento nubifragio si è abbattuto sulle Marche, con il cielo plumbeo e già buio e pesanti piogge sulle città della costa. In provincia di Ancona, chiuso per allagamento il pronto soccorso dell'ospedale Carlo Urbani di Jesi, dove sono stati evacuati i pazienti. Due uomini sono stati accompagnati all'ospedale in stato di choc perché sorpresi dall'acqua che filtrava nell'abitacolo della propria auto nei sottopassi. Sospesa per allagamento anche la partita amichevole allo stadio Del Conero tra Anconitana e Sangiustese.
Molto colpito il Fermano con strade e sottopassi allagati a Porto Sant’Elpidio e Porto San Giorgio.
 


A Casabianca un’auto è rimasta prigioniera in un sottopasso allagato. Nell’anconetano copiosi gli allagamenti soprattutto ad Osimo, dove il traffico è andato in tilt per l’acqua ha invaso la Statale Adriatica. Violente grandinate nell’entroterra in particolare a Jesi. Una violenta grandinata con chicchi grossi come noci è stata segnalata anche a Monte San Giusto, in provincia di Macerata. Nel pesarese, almeno per ora, niente grandine ma acqua a catinelle. A farne le spese soprattutto la viabilità a Fano, dove si sono allagati i sottopassi.

GUARDA LE PREVISIONI METEO DELLA TUA CITTA'  

 
 


 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 1 Settembre 2018, 17:37 - Ultimo aggiornamento: 02-09-2018 11:22

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO