Ancora caldo africano nelle Marche ma incombe il rischio maltempo nella settimana di Ferragosto

Ancora caldo africano nelle Marche, ma l'estate rischia di andare in "crisi" nella settimana di Ferragosto
Ancora caldo africano nelle Marche, ma l'estate rischia di andare in "crisi" nella settimana di Ferragosto
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 3 Agosto 2022, 18:55 - Ultimo aggiornamento: 4 Agosto, 13:06

ANCONA - Ancora giorni di caldo africano, anche sulle Marche, ma ci stiamo avvicinando alla prima "crisi" di questa torrida estate 2022. Gli esperti di 3bmeteo, infatti, annunciano che l'anticiclone africano comincia a mostrare i primi segni di cedimento e che il meteo, di conseguenza, comincerà ad essere più imprevedibili, con l'intensificarsi di fenomeni temporaleschi, localmente anche di una certa intensità, e un generlizzato abbassamento ddelle temperature.

“L’anticiclone africano, fino ad ora protagonista indiscusso dell’estate 2022, mostrerà i primi segnali di cedimento nei prossimi giorni” – lo conferma il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara che spiega – “qualche temporale è già di fatto tornato ad affacciarsi anche al Centrosud, sebbene sole e caldo intenso siano ancora predominanti. Sono i primi segnali che qualcosa sta cambiando: nel weekend il sole di certo non mancherà e il caldo si farà ancora sentire con temperature talora abbondantemente sopra la media, tuttavia ritroveremo anche qualche temporale in più. In particolare al Nord sono previste manifestazioni temporalesche talora di forte intensità dapprima su Alpi e Prealpi, ma in successiva estensione anche alla Pianura Padana, pur in modo sparso e decisamente disorganizzato. La presenza di aria molto calda e umida potrà altresì favorire fenomeni rapidi ma violenti, a carattere di nubifragio con grandine talora di grosse dimensioni e improvvise raffiche di vento. Qualche improvviso temporale potrà interessare anche il Centrosud, in particolare Appennino, Campania, Calabria e Sicilia.”

GUARDA LE PREVISIONI

“Anche le ultime analisi sembrano confermare un periodo caratterizzato da maggiore dinamicità atmosferica nella prossima settimana” – avverte Ferrara di 3bmeteo.com –“nel momento in cui l’alta pressione potrebbe venire ulteriormente indebolita da infiltrazioni di aria più instabile dal Nord Europa. In questa fase ci attendiamo dunque temporali con maggiore frequenza lungo lo Stivale, in primis sulle aree montuose, ma con locale interessamento anche di pianure e coste; anche in questo frangente saranno possibili fenomeni violenti. Il grande caldo africano sarà così in smorzamento, con clima comunque estivo, ma temperature meno estreme a tratti anche più consone alla norma. Questo non significa che pioverà tutti i giorni per tutto il giorno, ma che il tempo sarà più "inaffidabile": il sole dunque non mancherà ma sarà alternato a manifestazioni temporalesche talora improvvise e anche di forte intensità”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA