Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Temporali e grandinate sulle Marche: allerta meteo fino alle 14 di domani, si riunisce l'Unità di crisi

Piove sulle Marche e continuerà ancora: prolungato fino a domani l'allerta meteo. Rischio grandinate
Piove sulle Marche e continuerà ancora: prolungato fino a domani l'allerta meteo. Rischio grandinate
3 Minuti di Lettura
Giovedì 18 Agosto 2022, 13:40 - Ultimo aggiornamento: 19 Agosto, 13:03

ANCONA - L'annunciata pioggia è arrivata in particolare al centro nord nord delle Marche, ma la situazione non è destinata a migliorare a breve. Se, infatti, la precendente allerta meteo finiva alla mezzanotte di oggi, quello nuovo emanato dalla Protezione civile è valido fino alle 14 di domani, venerdì 19 agosto.

GUARDA LE PREVISIONI

 

L'allerta (giallo), annuncia la possibilità di temporali su tutto il territorio regionale: fenomeni che localmente potranno raggiungere una certa intensità con il rischio anche di grandinate, come già successo, in particolare nell'ascolano, nelle ultime settimane. "Centro Italia: domani - confermano gli esperti 3bmeteo - sarà una giornata perturbata con rovesci e temporali sparsi, anche forti tra Toscana e Marche; poi migliora in serata a partire dalle tirreniche. Temperature in calo, massime tra 25 e 30".  Nel frattempo a Roma si è riunita l'Unità di crisi del Dipartimento della Protezione civile per fare il punto - insieme alle strutture operative e alle Regioni interessate - sull'evoluzione del maltempo, sulle criticità in atto e sulle azioni di prevenzione adottate dalle strutture territoriali di protezione civile, in contatto con le quali il Dipartimento continuerà a seguire l'evolversi della situazione.

Si è riunita l'Unità di crisi, allerta anche nelle Marche

L'area perturbata di origine atlantica che ha raggiunto le aree centro-settentrionali ha determinato una fase di spiccata instabilità, sul nord e parte del centro del Paese, con precipitazioni a carattere di nubifragio, ma anche fronti lineari di raffiche di vento, tanto violente quanto estese sul territorio, tipiche di questo tipo di sistemi temporaleschi.

Su queste stesse regioni, fino alla giornata di domani, venerdì 19 agosto, resterà possibile lo sviluppo di nuovi temporali intensi anche a scala estesa. Nel contempo, la coda della perturbazione porterà un transito instabile, con fenomeni meno diffusi ma comunque localmente di forte intensità, «sul resto delle regioni centrali, Marche, Umbria, Lazio, Abruzzo e Sardegna, dove potranno svilupparsi temporali a carattere sparso, con rovesci di pioggia o grandine, attività elettrica e raffiche di vento».

© RIPRODUZIONE RISERVATA