Maltempo, Marche con il fiato sospeso: breve tregua poi tornano pioggia, mareggiate e neve anche in pianura. Nuova allerta meteo

Maltempo, Marche con il fiato sospeso: breve tregua poi tornano pioggia, mareggiate e neve anhe in pianura
Maltempo, Marche con il fiato sospeso: breve tregua poi tornano pioggia, mareggiate e neve anhe in pianura
3 Minuti di Lettura
Lunedì 23 Gennaio 2023, 12:00 - Ultimo aggiornamento: 18:08

ANCONA - L'ondata di maltempo che sta da giorni attanagliando le Marche non molla la sua presa. O, meglio, nelle prossime ore i fenomeni dovrebbero attenuarsi, ma purtroppo, per poco. Le previsioni meteo, infatti, non lasciano tranquilli mentre ancora le Marche fanno i conti con le piogge, la neve ed il vento del weekeend.

Video

Da nord a sud, infatti, i Vigili del fuoco e la Protezione civile sono impegnati da giorni in centinaia di interventi per alberi cadute, frane e allagamenti. Allarme per i corsi d'acqua nel nord della Regione: a Senigallia è attesa la piena del Misa, mentre nel Pesarese sono state segnalate locali esondazioni di Foglia, Metauro ed Arzilla.

Nuova allerta meteo

La Potezione civile regionale ha emanato una nuova allerta meteo, valido dalle 14 di oggi alla mezzanotte tra domani, martedì 24 gennaio, e mercoledì 25. L'allerta gialla riguarda tutto il territorio regionale per le cititictà idraulica ed idrogelogica. Attenzione, quindi, a frane, smottamenti e alle esondazioni dei corsi d'acqua. Allerta giallo per le valanghe nella zona dei Sibillini.

Video

Le previsioni

La situazione dovrebbe migliorare nelle prossime ore (l'allerta meteo della Protezione civile regionale scade alle 14), ma il maltempo tornerà presto a colpire. Già domani sono annunciate piogge, ma è nel prossimo wekeend che l'inverno colpirà duro, con il rischio di neve anche in pianura. «Martedì - spiegano infatti gli esperti di 3bMeteo - al Centro l'instabilità andrà aumentando sul versante adriatico con prime piogge sulle alte Marche già al mattino, in estensione fino all'Abruzzo in giornata e in intensificazione in serata sulle coste, anche con qualche temporale. Un po' di neve tornerà a cadere all'interno dagli 800m. Mercoledì residue piogge si attarderanno su Piemonte, Lombardia ed Emilia fino al mattino, con neve dai 500/800m, ma in miglioramento in giornata. Sulle regioni centrali qualche pioggia coinvolgerà ancora il versante adriatico, mentre al Sud il tempo sarà più instabile. Giovedì il cuore della circolazione depressionaria tenderà a collocarsi sulle nostre regioni meridionali e con esso anche l'instabilità, caratterizzata da rovesci e qualche temporale soprattutto tra Sicilia, regioni ioniche e adriatiche, con nevicate dagli 80071000m. Qualche fenomeni potrà coinvolgere anche le centrali adriatiche, mentre sul resto d'Italia il tempo si manterrà più stabile. Venerdì giungerà il nuovo impulso freddo dalle latitudini settentrionali che determinerà una diminuzione delle temperature probabilmente fino alla fine della settimana e una intensificazione dell'instabilità sul versante adriatico e poi anche al Sud, con la neve che potrebbe cadere nuovamente a quote molto basse, forse anche in pianura sul medio versante adriatico».

© RIPRODUZIONE RISERVATA