Lardini, Rossi e Santoni insigniti del titolo di Cavalieri del Lavoro: primo storico tris per le Marche

Lardini, Rossi e Santoni insigniti del titolo di Cavalieri del Lavoro: primo storico tris per le Marche
Lardini, Rossi e Santoni insigniti del titolo di Cavalieri del Lavoro: primo storico tris per le Marche
di Martina Marinangeli
4 Minuti di Lettura
Martedì 31 Maggio 2022, 02:15

ANCONA - «Un risultato straordinario». Dalle parole del prefetto di Ancona, Darco Pellos, emerge tutto l’orgoglio con cui le Marche hanno accolto la notizia dei tre titoli di Cavalieri del Lavoro andati ad Andrea Lardini, Alberto Rossi e Giuseppe Santoni. Un record per la regione, mai riuscita a calare il tris nel contesto di questo riconoscimento. Ieri il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha infatti firmato i decreti con i quali - su proposta del ministro dello Sviluppo economico, Giancarlo Giorgetti e di concerto con il ministro delle Politiche agricole, alimentari e forestali, Stefano Patuanelli - sono stati designati i 25 imprenditori che hanno dimostrato particolari meriti nel lavoro. E la nostra regione è stata protagonista assoluta grazie a tre grandi storie che raccontano l’eccellenza del made in Marche ed il dinamismo di un sistema imprenditoriale capace di mantenere la rotta anche nelle grandi crisi recenti. 


«Con il vostro valore rappresentate la forza imprenditoriale marchigiana», si rivolge direttamente ai tre premiati l’assessore allo Sviluppo economico Mirco Carloni.. Congratulazioni a cui fanno eco quelle del presidente della Camera di commercio, Gino Sabatini,  che pone l’accento sul record tutto marchigiano: «È la prima che questa nomina interessa tre imprenditori marchigiani nella stessa tornata, oltretutto in rappresentanza di comparti strategici ed identitari della nostra economia. Si tratta di candidature che Camera Marche ha fortemente sostenuto». Il prefetto Pellos rimarca poi come «sia stata riconosciuta l’eticità del sistema produttivo, che pone le Marche al centro del panorama nazionale. Siamo ai livelli dei maggiori sistemi produttivi del Paese. La prefettura di Ancona si congratula con i tre designati».

Nel parlare di «risultato straordinario», pone inoltre l’accento sul fatto che due dei tre nominati «siano della provincia di Ancona, cosa che ci rende molto orgogliosi». Ma chi sono questi figli illustri delle nostre terre? In ordine rigorosamente alfabetico, partiamo da Andrea Lardini, amministratore delegato della Lardini spa, l’azienda familiare fondata nel 1978 a Filottrano (An) e diventata nell’arco di breve tempo sinonimo di alta sartoria maschile e di eccellenza del made in Italy in tutto il mondo. 


A lui, i ringraziamenti della sindaca del comune anconetano, Lauretta Giulioni, che parla di «un grande onore per la nostra città, Siamo orgogliosi del nostro imprenditore e, come sindaco, sono orgogliosa del capogruppo della mia maggioranza». C’è poi Alberto Rossi, armatore anconetano e presidente della Frittelli Maritime Group, uno dei maggiori operatori nel settore marittimo che nasce dalla fusione tra Frittelli Spa (nel settore dei magazzini generali, doganali ed esteri, nell’imbarco e sbarco di container) e Maritime Agency Spa (nel settore del traffico passeggeri e trasporto rotabili).

«È decisamente una bella notizia sia per il riconoscimento del prezioso contributo di Rossi al comparto marittimo, che per l’attenzione posta ad un settore, quello della logistica portuale, sempre più motore di sviluppo per l’economia del Paese», le parole del presidente di Assoporti Rodolfo Giampieri, a cui si accodano quelle della sindaca di Ancona Valeria Mancinelli, che esprime «sincera soddisfazione della città per questo prestigioso riconoscimento, a coronamento di anni di impegno dedizioni e successo». Ultimo, ma non per ordine di importanza, Giuseppe Santoni, ceo del calzaturificio omonimo nato nel 1985 a Corridonia (Mc): l’altissima qualità e la lavorazione all’avanguardia dei prodotti hanno contribuito a rendere il marchio prestigioso a livello globale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA