L'ultima vergogna del treno per Roma:
2 ore di ritardo, ​il viaggio ne dura sei

L'ultima vergogna del treno
per Roma: 2 ore di ritardo
il viaggio ne dura sei
ANCONA - Due ore di ritardo, sei per arrivare nella Capitale. Il viaggio Ancona-Roma è la storia dell'ennesima vergogna, raccontata dal presidente dell'Autorità portuale Rodolfo Giampieri che ha avuto la sfortuna di essere a bordo dell'Intercity: "Viaggio allucinante - si sfogava ieri sera mentre ancora l'odissea non era finita - Ancona e le Marche sono sempre più isolate".
Un altro pezzo di inferno vissuto e sopportato da famiglie con bambini stremati da caldo e frustrazione. Due soste non previste lungo la tratta, a Serra San Quirico e Fossato di Vico. Per i passeggeri solo spiegazioni vaghe e una valanga di disagi. Un'altra beffa servita dai collegamenti flop di un capoluogo sempre più lontano dalla realtà e dal resto dell'Italia.


SERVIZIO SUL CORRIERE ADRIATICO IN EDICOLA E SULL'EDIZIONE DIGIT
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 18 Giugno 2019, 08:04 - Ultimo aggiornamento: 18-06-2019 08:04

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO