Marche, le tre bretelle risolvi-traffico passano già alla progettazione con una gara europea per 2,4 milioni

Martedì 2 Novembre 2021 di Andrea Taffi
Da sinistra il casello di Porto Sant'Elpidio, la Mezzina e l'incrocio tra 77 e 16 a Civitanova

ANCONA - Si parte: dal 19 aprile, data di approvazione dalla giunta regionale del masterplan delle opere infrastrutturali alla fine di ottobre quando sono stati firmati i decreti dei servizi (prima dal Territorio poi dal Suam) sono passati sei mesi. Il tempo trascorso è servito per imbastire il doppio documento che dà i contorni tecnici e fa scattare la gara europea a procedura aperta per la progettazione di tre strade risolvi-traffico ritenute tra le priorità del masterplan.

 
Appalto unico, tre lotti
I decreti perimetrano un appalto unico diviso in tre lotti, pacchetto che evidenzia la volontà di disperdere il meno possibile nei rivoli degli studi tecnici una procedura che parte e deve rimanere concentrata. Il primo è per Civitanova sud, il collegamento alternativo e decongestionante tra la Statale 77 e la litoranea Statale 16 (direzione Porto Sant’Elpidio). Il secondo è la bretella che partendo da Fermo arriva al casello di Porto Sant’Elpidio realizzando un nuovo collegamento con la Provinciale Lungo Tenna. 


Il terzo tratto
Il terzo è l’allaccio tra la Provinciale 92 e Offida. Opere di raccordo ma di valore pratico e migliorativo per la rete esistente ora. Nei decreti compaiono anche gli importi stimati per le progettazioni e ci sono anche i responsabili unici di progetto. L’incarico investe l’allestimento dei «servizi di architettura e ingegneria - si spiega nei documenti - inerenti la progettazione di fattibilità tecnica ed economica e di progettazione definitiva per la costruzione di nuovi tratti stradali o ampliamento in sede». Quindi c’è il passaggio chiave (cioè lo studio di fattibilità) per arrivare a capire i costi finale dell’opera con annessa progettazione finale. L’opera chiave che può essere decisiva per Civitanova (siamo tra la statale 77 e la litoranea verso Porto Sant’Elpidio) è la prima per cui sono in campo 1,18 milioni di euro: il responsabile della gara sarà l’ingegner Alberto Ippoliti, funzionario del servizio Tutela Territorio. Per la strada casello Porto S.Elpidio-Fermo invece si calcola una spesa di 640mila euro e come rup è stato nominato l’architetto Cinzia Napolitano, sempre del servizio Tutela del territorio. 


Totale della progettazione
Infine per disegnare il nuovo collegamento Provinciale 92-Offida ci sono a disposizione 629mila euro e il lotto sarà affidato all’ingegner Marina Marcozzi. Totale 2,4 milioni di euro. Il decreto più corposo è quella firmato dall’architetto Goffi, servizio Tutela del Territorio: nove allegati tra i quali solo il quadro generale cuba 70 pagine. Lo schema di contratto, a titolo di esempio, per la bretella di Civitanova si estende per 30 pagine. Nel documento di indirizzo alla progettazione altre notizie interessanti: per la bretella di collegamento tra la 77 e la litoranea verso Porto Sant’Elpidio il totale del quadro tecnico economico finisce a quota 35milioni di euro. Per quanto riguarda l’ammodernamento della provinciale Lungotenna il computo termina a quota 15,2 milioni. Infine, per il collegamento tra la Provinciale 92 e Offida si stima un costo di 62 milioni di euro. 

Ultimo aggiornamento: 15:16 © RIPRODUZIONE RISERVATA