Inizia l'esodo di agosto: bollino nero sulle strade marchigiane. Ecco il calendario dei giorni più a rischio

Inizia l'esodo di agosto: bollino nero sulle strade marchigiane. Ecco il calendario dei giorni più a rischio
Inizia l'esodo di agosto: bollino nero sulle strade marchigiane. Ecco il calendario dei giorni più a rischio
4 Minuti di Lettura
Venerdì 5 Agosto 2022, 13:20 - Ultimo aggiornamento: 6 Agosto, 09:37

È l'incubo di tutti gli automobilisti che si mettono in viaggio in agosto dalle Marche per raggiungere le mete turistiche, specie quelle al sud. Si chiama bollino nero ed il colore fa già intendere di cosa parliamo. Parliamo del tradizionale traffico per le grandi partenze di agosto: file ovunque, rallentamenti, macchine sull'asfalto rovente a passo d'uomo in un viaggio che sembra non finire mai. E a partire da oggi pomeriggio, lungo la rete Anas  è atteso un traffico in costante aumento.

Le criticità in strada, dove e quando

In particolare Viabilità Italia prevede bollino rosso a partire da oggi e bollino nero nella mattinata di domani, sabato 6 agosto, con spostamenti in aumento verso le grandi direttrici.  Il bollino tornerà rosso a partire dal pomeriggio di sabato 6 agosto e per tutta la domenica, 7 agosto, con traffico intenso per le ultime partenze di questo primo fine settimana agostano.  

Le tratte interessate sono, in direzione sud, le principali direttrici verso le località di villeggiatura, in particolare lungo le dorsali adriatica, tirrenica e jonica e ai valichi di confine in direzione di Francia, Slovenia e Croazia, e in uscita dai centri urbani e per i numerosi spostamenti locali. Si prevede, inoltre, un consistente flusso di traffico in prossimità dei centri urbani, soprattutto a partire dal tardo pomeriggio di domenica, in concomitanza con i rientri del fine settimana. Il divieto di transito dei mezzi pesanti è in vigore oggi dalle 16 alle 22, domani (sabato 6 agosto) dalle 8 alle 22 e domenica (7 agosto) dalle 7 alle 22. 

Sabato 6 agosto, giornata da incubo sulle strade

Le previsioni sono da bollino nero nella giornata di domani  su tutta la rete a pedaggio, con tantissime situazioni critiche: dalla A22 del Brennero in entrambe le direzioni, alla A10 Genova-Ventimiglia (soprattutto in provincia di Savona), passando per la A7-A12 nel nodo di Genova e in direzione Toscana, alla A4-Venezia-Trieste in direzione del capoluogo giuliano, oltre alle direttrici della vacanze, vale a dire A1 (Chiusi-Orte) e A14 (da Bologna alla riviera, con situazioni potenzialmente critiche almeno fino a Taranto, oltre alla A16 Napoli-Canosa.

Con l’obiettivo di facilitare gli spostamenti e ridurre i disagi per gli utenti e in previsione dell’aumento dei flussi veicolari, Anas ha provveduto a rimuovere, a partire dall’8 luglio e fino al 4 settembre oltre 500 cantieri, più della metà di quelli precedentemente attivi (oltre mille), con l’obiettivo di offrire un viaggio più confortevole e sicuro, non solo per spostamenti di breve e medio raggio, ma anche di lungo raggio.

Consigli per un viaggio sicuro  

Controlla il tuo veicolo - Prima di partire per un viaggio fai controllare il tuo veicolo, in particolare pressione degli pneumatici, efficienza delle luci, livelli di olio e acqua. 

Viaggia informato - Preparati consultando il meteo e il calendario con i giorni critici, nei quali i tempi di percorrenza potranno essere maggiori della norma: saperlo ti aiuterà ad affrontare il viaggio in modo più sereno e valutare eventuali percorsi alternativi. 

Non guidare dopo aver bevuto - No alcool: se bevi non guidi e se guidi non bevi. L’assunzione di sostanze alcoliche provoca gravi effetti sull’organismo umano, che risultano particolarmente insidiosi per chi si pone alla guida di un veicolo, andando ad incidere sulla prontezza dei riflessi e lo stato di vigilanza. 

Non guidare sotto l’effetto di droghe - Gli stupefacenti cambiano la tua condizione psico-fisica. Oltre a non rispettare le regole, alla guida metti in pericolo te stesso e gli altri. 

Metti la cintura e assicura i bambini nei seggiolini - Prima di partire indossa la cintura di sicurezza e falla allacciare agli altri passeggeri, anche quelli nei sedili posteriori; fino a 1,50 metri di altezza assicura i bambini con seggiolini e adattatori. 

Non eccedere i limiti di velocità - Quanto di vero c’è in un detto popolare “Chi va piano, va sano e va lontano”! Non correre, per non correre rischi 

Viaggia sulla destra - Circola sempre sulla corsia libera più a destra, utilizza quella veloce solo per il sorpasso e rientra appena possibile su quella che stavi percorrendo. 

Mantieni la distanza di sicurezza - Mantieni sempre la distanza di sicurezza dal veicolo che precede, ti consentirà di avere spazio sufficiente per fermarti, in caso di emergenza, senza rischio di tamponamenti. 

Fermati se sei stanco - Ai primi cenni di stanchezza o sonno, fermati: l’unico sistema che ti permetterà di recuperare le energie psicofisiche e continuare il viaggio in sicurezza è fare una sosta, anche breve, in area di servizio. 

Non distrarti mai alla guida - Sono tre i tipi di distrazione da evitare quando si conduce un veicolo: visiva (non guardare la strada), cognitiva (non porre attenzione alla guida) e manuale (avere le mani impegnate). 

© RIPRODUZIONE RISERVATA