Dalla caserma che diventa residenza per studenti alla palazzina da demolire e ricostruire: i progetti Erap nelle Marche

Dalla caserma che diventa residenza per studenti alla palazzina da demolire e ricostruire: i progetti Erap nelle Marche (Foto d'archivio)
Dalla caserma che diventa residenza per studenti alla palazzina da demolire e ricostruire: i progetti Erap nelle Marche (Foto d'archivio)
5 Minuti di Lettura
Martedì 29 Novembre 2022, 16:29

Una convenzione con il ministero dell'Università della ricerca per la realizzazione dell’intervento di recupero dell’ex caserma Fazio a Ancona, da adibire a residenza universitaria, l'acquisto di un appartamento a San Benedetto che renderà una palazzina totalmente pubblica da demolire e costruire ex novo  e  la realizzazione di un edificio con 27 alloggi di Erp nell’area ex Anas  ad Ascoli. Sono alcune decisioni assunte dal Consiglio di amministrazione dell'Erap che si è riunito per affrontare diverse problematiche da risolvere a livello regionale

Ruspe in azione a viale Croce per il nuovo tratto della ciclabile. Andrà da Porta Maggiore fino al Battistero

Erap aderisce all'ufficio Europa di Federcasa

Saturnino Di Ruscio, presidente dell'Ente regionale per l'abitazione pubblica nelle Marche, ha annunciato che Erap aderirà all’ufficio Europa di Federcasa: «La Federazione che è tra i soci fondatori del Cecodhas, oggi denominato Housing Europe (associazione che riunisce tutte le case popolari in Europa), collabora per promuovere alloggi a prezzi accessibili di buona qualità, aiuti di Stato a favore di alloggi, finanziamenti e fondi, politiche generali in materia di edilizia sociale monitorando i molteplici fondi per la casa.Tale adesione consente all’Ente di mettersi in sinergia con altre realtà simili alla nostra con l’opportunità di imparare gli uni dagli altri, di sviluppare nuove idee e innovare insieme il modo dell’edilizia residenziale pubblica».

Approvato l'assestamento di bilancio dell'Erap Marche

Il Consiglio di amministrazione ha approvato l'assestamento del Bilancio di previsione, apportando le variazioni di competenza e di cassa al bilancio di previsione 2022-2024, a seguito delle effettive necessità dei vari presidi per un totale di 1,532 milioni pur mantenendo gli equilibri economico finanziari di bilancio.

Dall'ex caserma Fazio agli alloggi a Civitanova, dove verranno destinate le nuove risorse

Le proposte di variazione riguardano l’aumento di risorse da destinare alla realizzazione di interventi di recupero di alloggi, come ad esempio in Ancona per lo studentato ex Caserma Fazio, a Civitanova per il completamento di 34 alloggi nel quartiere Risorgimento, la ristrutturazione di 6 alloggi in via Volta (ex vetreria) e degli immobili di via XXX Giugno, nonché risorse da assegnare al presidio di Fermo per la manutenzione ordinaria degli immobili di proprietà come il rifacimento del piazzale a Porto Sant’Elpidio in via I° Maggio e per far fronte alle anticipazioni sulla morosità di oneri condominiali degli assegnatari, tema sempre più caldo in tutto il terriorio regionale.

Incassa mille euro di anticipo per ristrutturare casa ma poi scompare: preso truffatore

Selezione per l'amministratore unico Erap Marche Biocasa Service

Relativamente alla società in house providing dell’Erap Marche Biocasa Service srl, il Consiglio di Amministrazione ha selezionato una rosa di nomi tra le candidature pervenute, con lo socpo di giungere presto all’individuazione del nuovo amministratore unico.

I progetti nel dettaglio

Ancona

Per la provincia di Ancona, il Cda ha autorizzato la stipula della convenzione con il Ministero dell’Università e della Ricerca (Mur) per la realizzazione dell’intervento di recupero dell’immobile denominato “ex caserma Fazio”, da adibire a residenza universitaria e servizi sito in Ancona – via del Faro. «Con questa operazione l’Erap realizzerà oltre 42 posti letto - sottolinea il presidente Di Ruscio - a disposizione degli universitari e al comtempo restituirà questo immobile inutilizzato alla città, contribuendo alla riqualificazione urbana dell’area sita nel quartiere Guasco in pieno centro storico».

Urbino

Più Erap anche ad Urbino: un’altra collaborazione tra Enti che porta vantaggio per l’intera comunità. Acquisita infatti un ulteriore proprietà a Ponte Armellina, in Via Monte Petralata, area interessata ad un generale intervento di riqualificazione delle periferie degradate che vede l’Erap Marche impegnata in prima linea con l’Amministrazione Comunale di Urbino. «Con l’acquisto di questa altra proprietà, si va avanti spediti nel progetto di riqualificazione progressiva dell’intero quartiere che prevede, oltre alla riduzione del numero delle unità immobiliari finalizzata a ridurne l'impatto sociale, un elemento qualificante dell'intervento è il ricorso alla geotermia quale sistema di climatizzazione estiva e riscaldamento invernale».

Ascoli e San Benedetto

Nel Piceno il Consiglio di amministrazione ha deliberato di acquistare un alloggio a San Benedetto del Tronto in Via Manara 128 al fine di rendere la palazziana completamento pubblica e procedere dunque ai lavori di demolizione e ricostruzione dell’edificio per i quali è stato riconociuto un finanzimanto di 1,655 milioni.

Ad Ascoli Piceno, a rinnovare il comodato gratuito all’Associazione Nazionale fra Mutilati ed Invalidi di Guerra (Anmig) del locale in via Ancona n.22 , il Cda ha autorizzato il responsabile di presidio a sottoscrivere la convenzione per l’attuazione del contratto di quartiere II denominato "Monticelli” con il quale si prevede la realizzazione di un edificio con 27 alloggi di Erp nell’area ex Anas.

Il Presidente

Saturnino Di Ruscio

© RIPRODUZIONE RISERVATA