Marche, l'affuenza ai seggi alle 23 è stata del 68,48%: nel 2018 eravamo al 77,28%. Ecco i dati provinciali

Marche, l'affuenza alle 12 è del 20,15% in leggera crescita rispetto a 5 anni fa. Ecco i dati provincia per provincia
Marche, l'affuenza alle 12 è del 20,15% in leggera crescita rispetto a 5 anni fa. Ecco i dati provincia per provincia
3 Minuti di Lettura
Domenica 25 Settembre 2022, 12:57 - Ultimo aggiornamento: 26 Settembre, 06:51

ANCONA -  Le Marche ferite sono andate al voto con le lacrime dell'alluvione ancora negli occhi e con il cuore spezzato. L'astensione si è attestata al 9%, qualcosa in meno rispetto al dato nazionale che invece ha sfiorato il 10%, ma nel giro di quattro anni si è abbassata ulteriormente la percentuale dei marchigiani che si sono recati alle urne. Alle 19 l'affluenza  è stata del 55,69% in evidente calo rispetto alle votazione del 2018 che era del 62,16%. Ecco i dati provinciali. Quelli definitivi alle 23 dicono che la provincia con l'affluenza maggiore è quella di Pesaro Urbino con il 69,25%, seguita da Macerata 68,68%, quindi Fermo con il 68,14%, Ancona 67,97, chiude Ascoli Piceno con il 67,67% con quella delle Marche che si attesta sul 68,39% contro il 77,27 del 2018.

PROVINCIA DI ANCONA                             67,97% 

PROVINCIA DI MACERATA                         68.68%

PROVINCIA DI ASCOLI  PICENO                67,67% 

PROVINCIA DI PESARO URBINO                69,25%

PROVINCIA DI FERMO                                  68,12%

La provincia di Ancona alle 12 fa registrare questi dati:  ha già votato il 20,45% degli aventi diritto, cinque anni fa sempre a mezzogiorno lo aveva fatto il 19,87. Affluenza top a Monsano con il 25,94%, quella più bassa invece a  Cupramontana con il 13,67%.

Relativamente alle province in quella di Ascoli la percentuale alle 12 è del 18,67% contro il 18,36% della precedente consultazione elettorale ( Montefiore con il 21,83% il centro con più votanti, Montemonaco con il 12,35 quello con il dato più basso) .

Nella provincia di Pesaro Urbino invece il dato alle 12 è del 20,94% in leggera flessione rispetto al 21,24 di cinque anni fa con il dato più alto a Pietrarubbia (29.59%),  quello più basso a Frontone (14,01%).

Ecco invece i riscontri relativi alla provincia di Fermo dove ha già votato il 20,02% degli aventi diritto contro il 19,33% della precedente consultazione con il dato più alto che arriva da Monte Vidon Corrado (25%), mentre quello più basso è di Belmonte Piceno (13,83%).

Dati in leggera crescita anche per la provincia di Macerata: alle 12 avevano votato 5 anni fa il 19,26% degli elettori, oggi il 19,88% con l'affluenza maggiore a  Visso (27,57%), quella più bassa a  Camporotondo di Fiastrone (12,63%).

© RIPRODUZIONE RISERVATA