Carloni, Leonardi, Ciccioli e Ausili: «Il modello Marche rampa di lancio per FdI»

Carloni, Leonardi, Ciccioli e Ausili: «Il modello Marche rampa di lancio per FdI»
Carloni, Leonardi, Ciccioli e Ausili: «Il modello Marche rampa di lancio per FdI»
4 Minuti di Lettura
Lunedì 26 Settembre 2022, 18:25 - Ultimo aggiornamento: 19:14

ANCONA - Ribaltone anche nella nostra regione. Fdi comanda, il centrodestra è largamente in vantaggio con risultati sorprendenti che arrivano anche da realtà e comuni che hanno una storia completamente diversa. Anche il «modello Marche», con la Regione guidata dal centrodestra con il presidente Francesco Acquaroli, insieme al «trend nazionale» ha portato risultati per la coalizione e soprattutto per Fratelli d'Italia. Ne è convinta la neosenatrice del collegio uninominale Marche sud, Elena Leonardi che è anche consigliera regionale e
coordinatrice FdI Marche. Il dato Marche e quello italiano; «È stata un pò una costante - aggiunge Leonardi  - non è la prima volta che FdI registra un dato superiore al dato nazionale. Di certo hanno contribuito la classe dirigente che ha costruito il partito in questi anni sul territorio, la credibilità e le nostre persone, il loro impegno, il programma, e indiscutibilmente la credibilità di Giorgia Meloni. Credo che in primis sia questo, la credibilità e il lavoro sui territorio». 

La giunta Acquaroli ora cambierà

Centrodestra che vince largamente e giunta regionale che giocoforza cambierà ed anche di molto: 0000«0Si alleggerisce una parte della squadra di governo, dobbiamo rafforzare il governo regionale. Su questo non ci sono dubbi». Così si è espresso il capogruppo Fdi in Consiglio regionale Carlo Ciccioli, commentando l'esito del voto delle politiche che vede l'elezione di tre assessori regionali su sei e la necessità, quindi di sostituirli. Quanto ad un eventuale assessorato per sé, «dovrebbe essere nell'ordine delle cose, ma la politica spesso è  imprevedibile e quindi l'ordine delle cose talvolta muta, però certamente un ruolo centrale c'è».

La Lega non ha brillato

Non ha brillato la Lega ma con 80.393 voti Mirco Carloni è stato eletto alla Camera dei Deputati, collegio uninominale di Pesaro, tra le fila della Lega. Lega che in provincia di Pesaro Urbino, «con quasi il 9.4%, ha fatto registrare il miglior dato di tutta la regione ed è la terza provincia migliore come dato per la Lega di tutto il collegio del Centro Italia (Toscana, Marche, Umbria, Lazio, Abruzzo)».  Quanto alla elezione alla Camera, «sono una  'espressionè del territorio e il mio impegno sarà rivolto per permettere a questo territorio, alla nostra regione, di avere un collegamento diretto con il governo. Il lavoro che ho svolto  sino ad oggi in Regione e quello che i colleghi continueranno a fare nei prossimi anni troverà in me un collante con Roma per 
fare in modo che le Marche tornino finalmente al centro dell'attività politica nazionale».

Ausili: «Ancona può cambiare»

«I dati che riguardano la nostra città dimostrano chiaramente che anche ad Ancona si può cambiare». Così il consigliere regionale di Fratelli d'Italia Marco Ausili, commentando l'esito delle politiche. Fratelli d'Italia nelle Marche si attesta primo partito nelle Marche, «un risultato straordinario, che ci lega a un forte senso di responsabilità - dice Ausili - , di rispetto e di impegno per onorare la parola data». Per quanto riguarda il capoluogo marchigiano «continueremo a lavorare, anche con maggiore forza, a un progetto aperto e inclusivo, nell'interesse della città che va risollevata e riportata veramente al suo ruolo di capoluogo di regione, coinvolgendo tutti quei gruppi che desiderano portare ad Ancona una sana alternanza politica,  nonché tutte quelle persone che nel tempo hanno sempre dimostrato serietà morale e capacità politiche. Perciò piedi per 
terra e in alto i cuori».

© RIPRODUZIONE RISERVATA