Rush finale per le candidature del Pd Marche: nella rosa anche Verducci

Alberto Losacco e Francesco Verducci
Alberto Losacco e Francesco Verducci
di Massimiliano Petrilli e Francesco Verducci
3 Minuti di Lettura
Domenica 31 Luglio 2022, 06:15

ANCONA - Rush finale per le proposte dei candidati Pd alle Elezioni Politiche del 25 settembre. Pesaro, Ancona e Fermo si sono già espresse, oggi tocca alle direzioni provinciali, Macerata e Ascoli. Poi le indicazioni arriveranno sul tavolo del commissario regionale Alberto Losacco. La quadra definitiva però arriverà solo al Nazareno tra il 9 e l’11 agosto, con eventuali valutazioni di merito ulteriori. E potenziali inserimenti anche di candidature extra regione. 

Le rose

Le prime federazioni a fornire le indicazioni sono state Pesaro e Ancona. Per quanto riguarda la federazione pesarese i nomi indicati sono stati quello della deputata uscente Alessia Morani, che dovrebbe essere la capolista nel proporzionale, e quello del vicepresidente del Consiglio regionale Andrea Biancani, il democrat più votato con oltre 10mila preferenze alle Regionali del 2020. Più staccate le indicazioni relative a Daniele Vimini, attuale vice sindaco di Pesaro, e Rosetta Fulvi, segretaria del Pd di Pesaro. Dalla direzione di Ancona l’indicazione all’unanimità è stata per il consigliere regionale Antonio Mastrovincenzo, ma cospicuo anche il sostegno all’ipotesi di Marco Bentivogli, ex segretario dei metalmeccanici Cisl, proposto dal sindaco di Ancona Valeria Mancinelli e appoggiato da diversi esponenti nel corso del dibattito. Durante il confronto nella rosa dei candidati sono stati indicati anche la consigliera regionale Manuela Bora, Chantal Bomprezzi (espressione dei giovani democratici) e Michela Bellomaria (assessore a Cerreto d’Esi), più staccato il capogruppo regionale Maurizio Mangialardi. «C’è un mondo che guarda a noi con interesse - ha sottolineato Jacopo Falà, segretario provinciale Pd Ancona - che ha apprezzato il nostro senso di responsabilità e una ritrovata capacità di esprimere una nuova agenda sociale». Definite anche le ipotesi dalla direzione di Fermo. Al termine della riunione il maggior numero di indicazioni è stato per il senatore uscente Francesco Verducci che potrebbe essere inserito come capolista nei proporzionali. Dopo lo stop a ogni ipotesi di candidatura annunciata dal consigliere regionale Fabrizio Cesetti, le indicazioni hanno puntato su Moira Caligola, ex presidente della Provincia di Fermo, Meri Marziali, sindaco di Monterubbiano, e l’ex sindaco di Porto San Giorgio Nicola Loira.

Il cerchio

A chiudere il cerchio nelle prossime ore saranno le direzioni di Macerata e Ascoli. Nel Maceratese il borsino vede sempre alte le chance per l’ex deputata e quasi segretaria regionale Irene Manzi, che quindi potrebbe finire capolista nei listini. Buone le chance anche per il consigliere regionale Romano Carancini e del segretario provinciale ed ex assessore regionale Angelo Sciapichetti. Ad Ascoli, la vice capogruppo Pd ed ex vicepresidente regionale Anna Casini è ancora quella con maggiori chance, benché quello sia il collegio più difficile in assoluto da strappare al centrodestra. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA