Le Marche in zona gialla Covid e Acquaroli vorrebbe restarci: «Inversione di tendenza? Speriamo»

Venerdì 21 Gennaio 2022
Le Marche in zona gialla Covid e Acquaroli vorrebbe restarci: «Inversione di tendenza? Speriamo»

ANCONA - Fino a qualche giorno fa sembarva scontata l'entrata delle Marche in zona arancione Covid, ma poi la curva si è assestata e, almeno per questa settimana, la Regione resta gialla. Un risultato che fa esultare il governatore Francesco Acquaroli, che anzi guarda avanti sperando in uuna inversione di tendenza duratura: «Una piccola speranza si accende anche per il futuro».

"L’altro giorno - ha scritto infatti su Facebook -, rispondendo ad una domanda sull'ingresso delle Marche in zona arancione, avevo affermato che considerando l’andamento delle ospedalizzazioni, con questi parametri rischiavamo di passare o il 24 o il 31 gennaio, fatta salva una inversione di tendenza netta. Oggi posso dirvi che, alla luce dei dati degli ultimi tre giorni, l’andamento sta cambiando soprattutto nelle terapie intensive. Certo che tre giorni non fanno da soli una tendenza netta, ma seppure con un margine molto ridotto, al termine di questa settimana siamo tornati ad avere due dei tre degli indicatori al di sotto della soglia della zona arancione, quello dei ricoveri in terapia intensiva, che da due giorni è sceso sotto la soglia limite, e quello in area medica. Quindi per questa settimana restiamo in zona gialla, con una piccola speranza che si accende anche per il futuro.

 

Ultimo aggiornamento: 26 Gennaio, 19:36 © RIPRODUZIONE RISERVATA