I vaccinati fantasma delle Marche: sono quasi 230mila gli "sbadati" del booster

I vaccinati fantasma delle Marche: sono 250mila gli "sbadati" del booster
I vaccinati fantasma delle Marche: sono 250mila gli "sbadati" del booster
di Lorenzo Sconocchini
3 Minuti di Lettura
Venerdì 4 Marzo 2022, 04:15

ANCONA - Un esercito di vaccinati fantasma, quasi 250 mila marchigiani che hanno fatto le prime due dosi ma non il booster e non si sono neanche prenotati per farlo. Magari pensando di sfangarla fino a metà giugno, quando potrebbero scomparire le ultime restrizioni per chi non ha il Green pass rinforzato.

Una quota importante della popolazione marchigiana che alla scadenza della copertura vaccinale (anticorpi compresi, non solo il certificato verde) potrebbe sommarsi ai 157.703 (l’11% dei marchigiani) che finora non si sono mai vaccinati. E ai 77.513 che hanno al momento un Green pass valido per guarigione, soggetti che da primo novembre a oggi sono risultati positivi a Sars-Cov-2 senza essersi mai vaccinati e hanno un semestre di validità del Green pass ancora attivo come minimo fino ad aprile.

No vax convinti

Tra convinti No Vax e renitenti della terza dose, potremmo ritrovarci in autunno - quando secondo gli esperti probabilmente servirà ricominciare con la quarta dose, vista la stagionalità del virus - con oltre un marchigiano su 5 senza alcuna immunizzazione. Un fenomeno monitorato con particolare attenzione dall’Osservatorio epidemiologico della Regione Marche, diretto dal dottor Marco Pompili, che aggiorna quotidianamente l’andamento della campagna vaccinale, entrata da qualche settimana in una fase di stanca. Secondo l’ultimo aggiornamento sono 1.163.409 i marchigiani che hanno fatto le prime due dosi, mentre soltanto 903.559 si sono presentati negli hub anche il booster. Ne mancano all’appello 259.850, che hanno fin qui saltato la terza dose. Solo una minima parte di questi, 11.303, risultano al momento prenotati a partire da oggi per la terza dose. E gli altri 248.547? Una quota non trascurabile, 24.668, è formata da soggetti che hanno avuto la sfortuna, durante l’avanzata impetuosa di Omicron, di essere contagiati dal virus dopo due dosi di vaccino. Con la guarigione hanno acquisito il diritto al Green pass illimitato, dunque non hanno urgenza di prenotarsi per il booster, che comunque il ministero della Salute raccomanda dopo 120 giorni dal contagio ai fini di una migliore protezione contro il virus. Restano 223.879 sbadati del booster, usciti dai radar.
E quello che preoccupa di più è che tra i non si sono prenotati per la terza dose quasi 71mila sono over 50, tra cui molti anziani (11.138 tra 70 ei 79 anni, 11.388 over 80) che avrebbero davvero da temere in caso di recrudescenza autunnale dell’epidemia da Coronavirus. Stenta ancora a decollare nelle Marche la vaccinazione pediatrica. Finora sono 28.861 i vaccinati con prima dose tra 5 e 11 anni, il 23,1% del target, mentre attualmente la media Italiana è intorno al 37%. E resistono imperterriti, tra i convinti No Vax, 18.419 over 50 che hanno rifiutato l’iniezione anti-Covid benché fossero obbligati per legge a vaccinarsi, preferendo piuttosto accettarne le conseguenze: una sanzione da 100 euro ma soprattutto il divieto di recarsi al lavoro. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA