Covid, 5.853 nuovi positivi nelle Marche: la curva si stabilizza, ma il virus corre in qualche provincia. Altri sei morti/ Il trend dei contagi

Venerdì 21 Gennaio 2022
Covid, 5.853 nuovi positivi nelle Marche: la curva si stabilizza, ma qualche provincia corre/ Il trend dei contagi

ANCONA - Le Marche schivano, almeno per ora la zona arancione Covid, ma restano alti i numeri della quarta ondata, spinti dalla variante Omicron, anche se la curva pare stabilizzarsi. Oggi, 21 gennaio, il Gores ha segnalato 5.853 nuovi positivi (ieri erano 6.905), il 38% (il tasso di positività ieri era del 41,89%) dei 15.406 (16.528) tamponi analizzati. L'incidenza sale a 2.985,12 (2.879) casi settimanali ogni 100mila abitanti. 

Marche, altra settimana in giallo. Ma con la zona arancione comunque limiti solo senza Green pass. Pronto il nuovo Dpcm con i negozi esentati

I contagi per provincia e classi età

È ancora la provincia di Ancona la più colpita con 1.649 casi, seguita da Pesaro Urbino (1.275), Macerata (1.183), Ascoli Piceno (888) e Fermo (632); sono 226 i contagi provenienti da fuori provincia. Per quanto riguarda le classi di età le più colpite restano quelle con le più alte pecentuali di no-vax, in particolare quella tra 25 e 44 anni (1.661 casi) e quella tra 45 e 59 (1.298). Ma continua a destare un certo allarme anche il numero dei contagi tra i più giovani: sono stati infatti 1.653 i casi tra i bambini/ragazzi da 0 a 18 anni

Green pass fasulli: ora i furbetti vorrebbero vaccinarsi davvero, ma non possono

Sei decessi, ricoveri +7

Sono stati sei, purtroppo, i decessi legati al Covid segnalati oggi dal Gores nelle Marche. Sono morte 5 donne e un uomo con età comprese tra 84 e 94 anni, tutti già afflitti anche da altre patologie. Da inizio pandemia sono state 3.344 le vittime nelle Marche, 1.866 uomini e 1.478 donne. Continuano a salire i ricoverati: oggi sono 349, 7 più di ieri. Salgono a 51 (+1) quelli in terapia intensiva e a  298 (+) quelli in Area medica.

 

IL TREND DEI CONTAGI

 

 
 

Ultimo aggiornamento: 22 Gennaio, 10:46 © RIPRODUZIONE RISERVATA