Altri 474 nuovi contagi Covid nelle Marche: più bimbi positivi, su l'incidenza, 3 ricoveri in terapia intensiva in più, 2 le vittime /Il trend

Domenica 5 Dicembre 2021 di Morando Nardi
Altri 474 nuovi contagi Covid nelle Marche, più bimbi positivi e si impenna l'incidenza. Dati che confermano l'avvicinamento alla zona gialla

ANCONA - Il trend non cambia, il Covid non rallenta sulla strada che può portare le Marche in zona gialla proprio nel periodo delle feste di Natale. Anche oggi infatti i nuovi positivi al virus sono 474 su 3.950 tamponi analizzati nel percorso diagnostico-screening, la percentuale di positività è del 12 per cento. In rialzo il tasso di incidenza cumulativa che sale a quota 193,48 dopo una leggera flessione negli ultimi due giorni. Tre i ricoveri in terapia intensiva in più. Due le vittime: una 75enne di Ripatransone e una 84enne di Civitanova, decedute entrambi nella Residenza Valdaso.

Il tasso di incidenza settimanale su 100mila abitanti nelle Marche

Insomma, non ci sono inversioni di tendenza che possano alimentare la speranza di non cambiare colore. Ma non bisogna arretrare di un passo nella campagna di vaccinazione, anzi per evitare guai ulteriori c'è da augurarsi un ripensamento di quanti più no-vax possibile. Oltretutto con il Super Green Pass le restrizioni maggiori riguardano proprio chi ne è sprovvisto. E la mascherina, malgrado ci sia chi lo ignora malgrado la scienza e l'esperienza passata, è bene indossarla anche all'aperto nei luoghi affollati.

I positivi per provincia, ecco dove il Covid colpisce di più

Ma torniamo ai dati di oggi del Servizio Sanità della Regione. La provincia che fa registrare il maggior numero di nuovi contagi Covid è Pesaro Urbino con 126 casi, seguita da quella di Ancona con 118, poi nell'ordine Ascoli Piceno con 78, Macerata con 75 e Fermo con 56. I positivi di fuori regione sono 21.

I contagi per fasce di età: crescono i giovani, continuano a lievitare le classi con più no-vax

Oggi i numeri dimostrano come la preoccupazione per i contagi tra i più piccoli non sia campata in aria. La fascia 6-10 anni, quella per cui saranno aperte le vaccinazioni a breve con le dosi ridotte di Pfizer, conta altri 58 positivi tra i bambini della scuola elementare. Da 0 a 18 anni sono 143 i nuovi contagiati da Sars-Cov-2. 

Restano comunque le classi 25-44 (con 105) e 45-59 (con 113) anni quelle che da sole fanno quasi la metà dei nuovi positivi al virus di oggi, segno evidente che dove maggiore è la percentuale di no-vax il Covid trova uno spiraglio per riprodursi. 

 

 

L'incidenza di vaccinati e no-vax nei pazienti ricoverati

Il totale dei posti letto occupati dai malati Covid dimostra come i non vaccinati siano una percentuale altissima di coloro con gli effetti più gravi: in terapia intensiva infatti finisce il 74% dei ricoverati. La percentuale scende al 59% nei ricoveri in area medica.

Su 100mila positivi al Covid finiscono in terapia intensiva lo 0,54% contro il 4,22% dei no-vax, ricoverati in area medica sono rispettivamente il 3,18% e il 12,66%. 

 

 

IL CONTAGIO NELLE REGIONI

 

 

Ultimo aggiornamento: 6 Dicembre, 12:52 © RIPRODUZIONE RISERVATA