Obbligo vaccinale nelle Rsa e per chi entra nelle scuole ci vuole il certificato verde. Ecco le nuove regole Green pass

Obbligo vaccinale nelle Rsa e per chi entra nelle scuole ci vuole il certificato verde. Ecco le nuove regole Green pass
Obbligo vaccinale nelle Rsa e per chi entra nelle scuole ci vuole il certificato verde. Ecco le nuove regole Green pass
di Maria Teresa Bianciardi
3 Minuti di Lettura
Venerdì 10 Settembre 2021, 02:55 - Ultimo aggiornamento: 11 Settembre, 10:19

ANCONA Lavorare in un Rsa, anche come personale esterno, comporterà l’obbligo vaccinale. Chi vorrà sottrarsi verrà sospeso dal lavoro e non percepirà alcuna retribuzione. È quanto stabilisce il decreto approvato ieri in Consiglio dei ministri che applica quanto già previsto per il personale sanitario «a tutti i soggetti anche esterni che svolgono, a qualsiasi titolo, la propria attività lavorativa nelle strutture» di ricovero per anziani. 

 
Le novità
Dall’obbligo sono esclusi i «soggetti esenti dalla campagna vaccinale sulla base di idonea certificazione medica rilasciata secondo i criteri definiti con circolare del Ministero della salute». Per tutti gli altri che vorranno sottrarsi alla vaccinazione si introduce dunque «la sospensione della prestazione lavorativa», il che «comporta che non sono dovuti la retribuzione né altro compenso o emolumento, comunque denominato» fino «all’assolvimento dell’obbligo vaccinale o, in mancanza, fino al completamento del piano vaccinale nazionale e comunque non oltre il 31 dicembre 2021». Ma l’estensione del Green pass è stata applicata ieri anche per chiunque acceda a tutte le strutture delle istituzioni scolastiche, educative e formative: «La disposizione non si applica ai bambini, agli alunni e agli studenti nonché ai frequentanti i sistemi regionali di formazione, ad eccezione di coloro che prendono parte ai percorsi formativi degli Istituti tecnici superiori». 


Le sanzioni
Saranno i dirigenti scolastici e i responsabili di tutte le istituzioni scolastiche, educative a verificare il rispetto delle prescrizioni sul Green pass nelle scuole, che in questi nuovi casi prevede sanzioni pesanti: dai 400 ai mille euro. E a stretto giro di posta arriva la risposta dei presidi sulle nuove misure introdotte dal governo: «L’obbligo di esibire il Green pass a chiunque entri in una scuola, a parte studenti ed esenti dal vaccino, è una misura logica, sensata ma sarà un ulteriore aggravio di lavoro per il personale scolastico che dovrà controllare le certificazioni ogni giorno», sottolinea è Antonello Giannelli, presidente dell’Associazione nazionale presidi, e i genitori con figli nella scuola dell’infanzia o alle primarie che sono soliti accompagnare i bambini all’interno degli edifici scolastici per entrare «dovranno stare in coda». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA