Salta la consegna di quasi 9mila di dosi di vaccino Moderna: «I richiami potrebbero essere rinviati»

Martedì 18 Maggio 2021
Salta la consegna di quasi 9mila di dosi di vaccino Moderna: «I richiami potrebbero essere rinviati»

ANCONA - Le dosi del vaccino Moderna non sono arrivate. La consegna sarebbe dovuta avvenire nella giornata di ieri, ma il governo ha comunicato alla Regione che le 8.900 dosi non erano disponibili e che quindi il rifornimento sarebbe inevitabilmente slittato a data da destinarsi. Lo ha comunicato l’Ente marchigiano attraverso una nota: «Il disguido - si legge - potrebbe comportare una riprogrammazione degli appuntamenti vaccinali dei prossimi giorni. In tal caso i cittadini interessati saranno contattati».

 

La riprogrammazione riguarderebbe soprattutto i richiami, visto che per le nuove dosi può essere utilizzato Pfizer , vaccino a mRna (Rna messaggero) esattamente come il Moderna e che «per mercoledì (domani, ndr) le Marche attendono un importante rifornimento di Pfizer che garantirà la prosecuzione della campagna vaccinale». Il comitato per i medicinali per uso umano dell’Agenzia europea del farmaco (Ema) ha esteso il periodo di conservazione approvato della fiala scongelata e non aperta del vaccino Pfizer/BioNtech a 2-8 gradi (cioè in un normale frigorifero) da cinque giorni a un mese (31 giorni). L’ Ema prevede che «una maggiore flessibilità nella conservazione e nella manipolazione del vaccino avrà un impatto significativo sulla pianificazione e la logistica» della vaccinazione che in questa estate dovrà avere una forte accelerata secondo le indicazioni del commissario per l’emergenza, il generale Francesco Figliuolo.

Ultimo aggiornamento: 16:52 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche
caricamento