Capodanno in rosso, al bando i veglioni: ecco cosa si può fare e cosa no da oggi all'Epifania. E dopo le Marche che colore saranno?

Giovedì 31 Dicembre 2020 di Maria Cristina Benedetti
Capodanno in rosso, al bando i veglioni: ecco cosa si può fare e cosa no da oggi all'Epifania

Da oggi al 3 gennaio le Marche sono in zona rossa. Posso spostarmi per raggiungere un parente o un amico in un comune diverso dal mio?


Sì, fino al 6 gennaio sarà possibile, una sola volta al giorno, spostarsi per fare visita a parenti o amici, solo all’interno della stessa Regione, dalle 5 alle 22 e nel limite massimo di due persone. La persona o le due persone che si spostano potranno comunque portare con sé i figli minori di 14 anni e le persone disabili o non autosufficienti con le quali convivono.

 

 


1

 Voglio organizzare un veglione a casa mia: quante persone posso invitare?


Le feste sono vietate «nei locali pubblici e nei luoghi privati». Si può ospitare al massimo due persone (i minori, i disabili e in non autosufficienti non sono conteggiati), fondamentale mantenere le distanze e arieggiare la stanza. 

2

 I miei ospiti possono tornare a casa dopo la mezzanotte?


No. Il coprifuoco, nella notte tra il 31 e l’1 gennaio, scatterà tra le 22 e durerà fino alle le 7 del mattino: due ore in più rispetto agli altri giorni.

3

 Fino a domenica e poi il 5 e il 6 gennaio restiamo in zona rossa. Cosa è vietato fare in questi giorni?


Sono vietati tutti gli spostamenti anche all’interno del proprio comune salvo per motivi di lavoro, necessità o urgenza e per far ritorno alla propria residenza, domicilio o abitazione. Chi dovrà uscire per motivi di necessità o per fare attività motoria dovrà sempre portare con sé l’autocertificazione. Sarà consentito raggiungere le seconde case, purché all’interno della propria Regione, ma sempre con l’autocertificazione. Niente pranzi al ristorante, vietata anche la colazione al bar: è consentito solo l’asporto fino alle 22 e la consegna a domicilio senza restrizioni. È possibile andare a messa, ma il consiglio è quello di scegliere la chiesa più vicina a casa. Rimangono aperti supermercati, alimentari, farmacie, tabaccai, edicole. 

4

Lunedì è l’unico giorno arancione, cosa si può fare?


Dalle 5 alle 22 non è necessario motivare gli spostamenti all’interno del proprio comune. Per spostamenti verso altri Comuni, nonché durante il coprifuoco, si deve essere sempre in grado di dimostrare che lo spostamento rientra tra quelli consentiti, anche mediante autodichiarazione. I ristoranti e le altre attività di ristorazione, compresi bar, pasticcerie e gelaterie, sono aperti esclusivamente per la vendita da asporto, consentita dalle 5 alle 22, e per la consegna a domicilio, consentita senza limiti di orario.


5

Dopo l’Epifania le Marche dovrebbero tornare il fascia gialla, come erano prima del Dpcm di Natale. Ma è davvero così?


Dopo il 7 gennaio saranno in vigore le prescrizioni stabilite dal Dpcm del 3 dicembre, che scadrà il 15 gennaio. Almeno fino ad allora non si prevedono riaperture per palestre, piscine, cinema o impianti sciistici. 

6

In caso di violazione dei più stringenti divieti di spostamento previsti durante le prossime festività, si applica comunque la consueta sanzione amministrativa da 400 a 1.000 euro? 


Sì, la sanzione applicabile è quella amministrativa, da 400 a 1.000 euro, eventualmente aumentata fino a un terzo se la violazione avviene mediante l’utilizzo di un veicolo. 

7

Le nuove misure per il contrasto e il contenimento dell’emergenza da Covid-19 contenute nel Dpcm 3 dicembre 2020,  restano in vigore fino al 15 gennaio. Poi cosa accadrà?


Si dovrà attendere che il premier Conte emani un nuovo Dpcm.

 

Ultimo aggiornamento: 09:38 © RIPRODUZIONE RISERVATA