Fano-Grosseto, l'Anas avvia l'iter per i lavori nel traforo della Guinza, una incompiuta bloccata da oltre 30 anni

Martedì 15 Giugno 2021 di Maria Teresa Bianciardi
Fano-Grosseto, l'Anas avvia l'iter per i lavori nel traforo della Guinza, una incompiuta bloccata da oltre 30 anni

ANCONA - L’Anas ha avviato le procedure per far partire i lavori della galleria della Guinza lungo la E78 che collega Grosseto a Fano. E nel primo semestre del 2022 partiranno i cantieri. Lavori per 90 milioni di euro che serviranno a realizzare un’incompiuta bloccata da novembre del 1990: in trent’anni le auto passate sotto quel tunnel sono state zero ma in compenso sono serviti 350 miliardi di vecchie lire per realizzare quei 6 km più il tratto esterno in direzione Mercatello sul Metauro. 

Its, Marche bocciate. Nessuna premialità agli Istituti tecnici superiori dopo l’analisi degli esiti occupazionali

 
La svolta
L’ultimo annuncio di uno sblocco atteso da decenni è arrivato ieri con una nota del commissario della Lega Marche, l’onorevole Riccardo Augusto Marchetti per il quale «la Guinza - ha detto - è stata più che una battaglia, una vera e propria missione. La Lega con il viceministro delle infrastrutture Morelli ha dimostrato ancora una volta che il tempo delle chiacchiere è finito. Il progetto era stato bloccato perché, nato bidirezionale, la commissione gallerie ne aveva imposto la revisione in versione monodirezionale. Come Lega non abbiamo mai mollato la presa sul parlamento e sui ministeri». Marchetti ricorda ancora che lo scorso luglio Pd e M5S avevano dato per imminente l’inizio dei lavori: «Puntualmente smentiti dai fatti, avevo interrogato il ministro dell’Ambiente chiedendo che venisse fatta chiarezza. Ci sono voluti mesi di silenzio e risposte insoddisfacenti, perché il governo nominasse un Commissario ed ora, con il viceministro leghista Morelli, che ha anche la delega ai commissariamenti delle strade, l’Anas ha finalmente deciso di riavviare le procedure».

 
Il prossimo futuro
Cosa succede adesso? Al momento sono in corso la progettazione degli impianti e delle opere di completamento per l’apertura al traffico. I lavori saranno appaltati nel primo semestre del 2022, salvo ulteriore accelerazione per l’intervento del commissario straordinario nominato per tutta la E78. Si tratta di Massimo Simonini, amministratore delegato Anas, che ha mano libera per progetto e appalto per il tratto mancante Canavaccio-traforo della Guinza di 33 chilometri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultimo aggiornamento: 15:26 © RIPRODUZIONE RISERVATA