Occupazione, braccio di ferro all'Erap per una assunzione temporanea di un dirigente

Occupazione, braccio di ferro all'Erap per una assunzione temporanea di un dirigente
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 14 Luglio 2021, 11:08

ANCONA La vicenda va avanti dallo scorso mese di aprile con tanto di lettere firmate dal diretto interessato e dal segretario generale della Cisl (funzione pubblica) Luca Talevi che allora si occupava del settore. Ma il caso dell’assunzione temporanea di un dirigente amministrativo all’Erap di Pesaro e Urbino agita ancora le acque all’interno dell’Ente regionale per l’abitazione pubblica.

La vicenda in questione riguarda una delibera del Cda dell’Erap datata 8 aprile con cui si è programmata appunto l’assunzione temporanea di un dirigente amministrativo in forza presso un’azienda ospedaliera del nord Italia per assegnarlo al presidio pesarese. Tale incarico però era già stato conferito ad interim fino al 31 gennaio 2022 al dirigente di ruolo dello stesso ufficio, l’ingegner Sauro Vitaletti, che è anche il responsabile del presidio. Dunque il sindacato ha chiesto all’Erap che la decisione sulla copertura dei quel posto avvenisse in data successiva «alla scadenza dell’incarico già assegnato e previo confronto sindacale». Una situazione imbarazzante messa nero su bianco dallo stesso Vitaletti che ha sottolineato come, a suo parere, l’assunzione temporanea avverrebbe «in manifesta lesione delle norme e delle disposizioni contrattuali». A tutt’oggi l’Erap non ha ancora sciolto i nodi sulla vicenda.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA