Its, Marche bocciate. Nessuna premialità agli Istituti tecnici superiori dopo l’analisi degli esiti occupazionali

Martedì 15 Giugno 2021 di Massimiliano Viti
Marche, la scuola ancora penalizzata dalle scelte del governo

ANCONA - Le Marche si svegliano e scoprono che gli Its (Istituti tecnici superiori) non sono una eccellenza. Anzi, dei 6 corsi valutati, tre sono promossi (due con la sufficienza) e tre sono bocciati. Marche, Molise, Calabria e Sardegna sono le regioni che non hanno nessun Its premiato. A tradire sono i corsi del Centro Nord delle Marche.

 

Via alle somministrazioni nelle grandi aziende. Ecco i vaccini da Tod’s, Lube e per il settore del turismo

 

Sono i risultati del monitoraggio realizzato da Indire su incarico del Ministero dell’Istruzione che ha analizzato gli esiti occupazionali a dodici mesi dal diploma degli studenti che hanno concluso i percorsi presso gli Its fra il primo gennaio e il 31 dicembre 2019.


L’analisi 
La rilevazione si è concentrata sull’analisi dei 201 percorsi terminati nel 2019, erogati da 83 Fondazioni Its su 104 costituite a fine 2019. Nelle Marche la rilevazione ha tenuto conto di 3 Fondazioni su 4 e di 6 corsi, per un totale di 133 iscritti e 45 ritirati. In altre parole, nelle Marche, uno studente su 3 ha abbandonato gli studi. Solo Sicilia e Sardegna hanno fatto peggio in Italia, paese dove il tasso di abbandono medio è del 22,8%. «Prendo atto che in passato le Marche non hanno raggiunto i risultati auspicabili» è il commento a caldo dell’assessore alla formazione Stefano Aguzzi che non lesina una frecciatina a chi ha guidato la Regione in passato e aggiunge: «Non so se oggi va meglio rispetto al 2019 ma sto lavorando fin dal mio insediamento affinché in futuro non sia più così».


Le azioni 
La prima azione compiuta dall’assessore è se i corsi Its rispondono alle reali esigenze del mondo del lavoro. «La risposta è stata affermativa» replica Aguzzi. È un problema di qualità della formazione o di sedi errate? «Lavoriamo per individuare il miglior modo possibile per arrivare alla migliore formazione possibile. Ci sono Its che lavorano meglio e altri un po’ meno bene. Non escludiamo nulla, nemmeno la nascita di nuovi Its» conclude l’assessore. Dei 201 percorsi monitorati, 111 hanno registrato un punteggio pari o superiore a 70 e fanno parte della categoria dei premiabili. Ma solo 89 sono effettivamente premiati.


La classifica
Nelle Marche l’unico Its premiabile, ma non premiato, è il corso di “Hospitality Management” o meglio “Tecnico superiore per la gestione di strutture turistico ricettive” di Senigallia, che si posiziona al numero 110 con il punteggio di 70,57. Nella posizione 125, con il punteggio di 67,18, troviamo il percorso “Professionisti in nuove tecnologie per progettazione, design marketing, 2016-2018 corso 6” promosso e organizzato dalla Fondazione di partecipazione Its per le nuove tecnologie per il Made in Italy di Recanati. Scendiamo ancora nella graduatoria e troviamo il corso “Tecnico superiore per la valorizzazione dell’enogastronomia delle Marche” che ottiene 63,77 punti e va a piazzarsi nella posizione 145. Il corso, con sede a Pesaro, è firmato dall’Its per le Tecnologie innovative per i Beni e le attività Culturali Turismo Marche.


Sempre più in basso
Ancora peggio (174 posto su 201) il corso “Project leader per i settori della nautica, dell’impiantistica avanzata e dei sistemi elettronici e meccatronici 2016 – 2018” dell’Its per le nuove tecnologie per il Made in Italy di Recanati con un punteggio di 51,28. Poi si scende nella soglia critica individuata nel report in cui è finito il corso “Tecnico superiore di processo, prodotto, comunicazione e marketing per il settore arredamento 3’ corso PU” sempre dell’Its di Recanati. Il punteggio è 44,41 e la posizione è 185 su 201. Il peggiore è il corso “Tecnico superiore per la gestione e la verifica degli impianti energetici” promosso dall’ Istituto per l’Efficienza Energetica (Merloni Miliani) che ottiene appena 43,21 punti.

Ultimo aggiornamento: 15:22 © RIPRODUZIONE RISERVATA