Autostrade avvia cashback e rimborsa i ritardi da lavori. Da oggi è scaricabile la App: ecco quando scatta il risarcimento

Mercoledì 15 Settembre 2021 di Andrea Taffi
Autostrade avvia cashback e rimborsa i ritardi da lavori. Da oggi è scaricabile la App: ecco quando scatta il risarcimento

ANCONA - Per un territorio regionale che, dopo due anni di disagi, dal 20 settembre tornerà a vivere l’incubo dei cantieri lungo la A14 (tra Pedaso e San Benedetto per l’esattezza) c’è una buona notizia. Sarà attivo da oggi il servizio di cashback del pedaggio autostradale, previsto nell’ambito del piano strategico di trasformazione di Autostrade per l’Italia, sulle tratte di competenza della società, e accessibile grazie alla app “Free To X” che è già disponibile su tutti gli store per dispositivi Android e IOS. 

Banche, lo stop dei sindacati: «Intesa, 40 sportelli chiusi». Sovrapposizioni e della riorganizzazione dopo l’acquisizione di Ubi

 
Via libera dopo il test
L’applicazione gratuita, dopo un periodo di test portato avanti nei mesi estivi, è aperta ora a una fase sperimentale (fino a fine anno) per l’utilizzo di massa, indipendentemente dalla classe di veicolo e dal mezzo di pagamento utilizzato. La misura consente di accedere al ristoro del pedaggio per tempi di percorrenza superiori agli standard di riferimento (tempi calcolati su velocità: 100km-h per i veicoli leggeri; 70 km-h per i veicoli pesanti), per la presenza di cantieri programmati sulla rete di Autostrade per l’Italia. La società, come noto, sta infatti portando avanti - tra le linee strategiche del piano di trasformazione aziendale - un programma ininterrotto di lavori di ammodernamento complessivo, che riguarda ogni tipologia di infrastruttura in gestione: viadotti, gallerie e barriere. 


La parte delle Marche
Lo sanno bene le Marche del sud che tra aprile, maggio e giugno lungo la costa tra Pedaso e San Benedetto hanno vissuto giorni infernali per i lavori di manutenzione delle gallerie nel tratto corrispondente della corsia Sud. Il cashback sarà erogato esclusivamente in caso di ritardi generati da cantieri per lavori sulla rete di Autostrade per l’Italia che influiscono sulla regolarità dei transiti a causa della riduzione delle corsie originariamente disponibili (esclusa la corsia di emergenza) e potrà esse e riconosciuto già per itinerari brevi, a partire da 15 minuti di ritardo, consentendo l’accesso a rimborsi dal 25% al 100% del pedaggio, sulla base del tempo effettivo di viaggio e sulla lunghezza del percorso effettuato. In particolare, il cashback sarà valido per diverse tipologie di transiti che contemplano l’ingresso e l’uscita su rete Aspi ma anche per un semplice transito su rete Aspi e ingresso e uscita su rete di altri concessionari.


Quello che non rientra
Non rientrano nell’iniziativa i ritardi non legati alle attività del concessionario, di natura imprevedibile come: traffico intenso, incidenti, eventi meteo, manifestazioni, o qualunque altra motivazione non connessa al piano di lavori per l’ammodernamento delle infrastrutture autostradali. Al test condotto sul servizio di cashback, hanno partecipato anche cinque grandi associazioni dei consumatori (Adiconsum, Adoc, Adusbef, Codacons e Federconsumatori). Scaricando la app di Free to X, nella sezione Cashback, gli utenti potranno ottenere un rimborso sia per i pagamenti con dispositivi di telepedaggio, sia per pagamenti con carte di credito, di debito, Viacard e contanti. Chi ha sistemi di telepedaggio, potrà inserire i riferimenti relativi al dispositivo prescelto per ricevere in automatico la notifica del cashback, limitandosi alla conferma dell’itinerario. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultimo aggiornamento: 15:31 © RIPRODUZIONE RISERVATA