Voli dalle Marche per Roma e Milano, la Regione ci prova ancora. Arriva un altro bando dopo quello deserto a marzo

Venerdì 11 Giugno 2021 di Martina Marinangeli
La Regione vuole incrementare le rotte dell'aeroporto Sanzio

ANCONA - Il Sanzio ci riprova. Con la programmazione estiva dei voli ormai avviata, si guarda già alla stagione autunno/inverno e l’obiettivo dichiarato è agganciare quanto finora si è dimostrato più sfuggente del previsto. Parliamo delle mete nostrane Roma e Milano, per anni chieste a gran voce da molti imprenditori marchigiani, ma ancora fuori dai tabelloni degli arrivi e delle partenze.

Export, c'è profumo di ottimismo. Ecco il trimestre della ripresa con le Marche meglio dell’Italia (+3,3%)

 

Nei bandi regionali aggiudicati lo scorso marzo, i lotti dedicati alle due rotte domestiche sono infatti andati deserti, ma Palazzo Raffaello non si è dato per vinto e, a stretto giro di posta (la delibera dovrebbe arrivare in giunta la prossima settimana), darà il via ad un’altra gara per colmare i buchi rimasti sulla mappa geografica. 


La strategia
L’ipotesi è quella di pubblicare un nuovo bando – con procedura a sportello, che permette di presentare la domanda di partecipazione senza limiti di tempo, fino all’esaurimento delle risorse stanziate, facendo poi una valutazione in base all’ordine cronologico di presentazione –, suddiviso in quattro lotti: uno finalizzato ad acquisire il collegamento con la Capitale, uno declinato sugli scali milanesi, uno volto ad individuare ulteriori rotte nel mercato italiano ed uno, infine, che guarda al mercato europeo. La ratio è far decidere al mercato quali siano i collegamenti più appetibili e, in questo modo, si cerca anche di recuperare terreno sulle defezioni last minute che hanno depauperato l’offerta estiva. 


Luci e ombre
Nonostante si fossero aggiudicate i bandi emanati tra fine 2020 ed inizio 2021, infatti, alcune compagnie aeree hanno dato forfait, lasciando scoperte destinazioni importanti. Il volo per Parigi, per fare un esempio, che sarebbe dovuto decollare con la compagnia Transavia già ad aprile - con due rotazioni settimanali fino ad ottobre -, ma nel frattempo è sparito dai radar e con ogni probabilità se ne riparlerà il prossimo anno. Stessa sorte è toccata alle capitali Varsavia e Bucarest, cancellate per ora dalle mappe aeree del Sanzio: la compagnia Tayaran Jet avrebbe dovuto operare le due rotte dal 7 giugno, il lunedì ed il venerdì, per tutto l’anno ma, anche in questo caso, i piani sono cambiati in corsa. 


Si aggiusta il tiro
Ora, con il bando di prossima pubblicazione, si proverà ad aggiustare il tiro, nel tentativo di ampliare l’offerta invernale in parte coperta dalle tratte annuali già operate dallo scalo marchigiano. Come Londra Stansted e Bruxelles Charleroi, entrambe garantite da Ryanair, che proprio da inizio giugno è tornata a volare sui cieli del Sanzio; o Catania e Palermo, raggiungibili anche dopo la bella stagione sulle ali di Volotea. Ed ancora, Monaco di Baviera, con Lufthansa pronta dal 1 luglio ad attivare il volo, che dovrebbe essere operativo tutti i giorni (con due rotazioni) e per tutto l’anno. Il vero goal sarebbe affiancare a queste importanti tratte, quelle che offrirebbero alle Marche un collegamento con gli hub di Roma e Milano, lenendo così, almeno in parte, l’atavico isolamento infrastrutturale della regione. 


L’attesa
Finora, il mercato aereo ha risposto picche a questa reiterata richiesta del territorio ma, dice il proverbio, la speranza è l’ultima a morire, e la modalità a sportello del nuovo bando potrebbe riservare qualche sorpresa. Nell’attesa che parta la gara, lo scalo è intanto decollato dopo il lungo stop dei voli passeggeri a causa del Covid. Oltre ai sopracitati voli annuali, quasi tutti già operativi, dal 21 giugno verrà avviato il collegamento con Barcellona targato Vueling, mentre dal 18 si potrà volare su Olbia. Già raggiungibili le mete stagionali Cagliari, Dusseldorf e Spalato.

Ultimo aggiornamento: 17:16 © RIPRODUZIONE RISERVATA