Addio Kabul, il diplomatico di Camerino Claudi rientra. Il ministro Di Maio: «Orgogliosi di voi»

Sabato 28 Agosto 2021 di Andrea Taffi
Addio Kabul, il diplomatico di Camerino Claudi rientra. Il ministro Di Maio: «Orgogliosi di voi»

«Siamo orgogliosi di voi, grazie di tutto, vi aspettiamo in Italia». Il tweet delle 15 del ministro degli Esteri, Luigi Di Maio pone l’ultima parola sulla presenza italiana in Afghanistan dopo l’entrata, due settimane fa nella capitale, dell’esercito talebano. Quel che rimane dell’ambasciata italiana , in realtà, era già stato individuato nel secondo segretario, il 30enne Tommaso Claudi, originario di Camerino, coraggiosamente rimasto a Kabul dopo che l’ambasciatore Sandalli aveva fatto ritorno a Roma. 

 


Alloggiato in un compound all’interno dell’aeroporto, Claudi in questi dodici giorni si è dedicato all’evacuazione dei connazionali e dei civili afgani diventando una star dei social. «Sei l’orgoglio delle Marche» gli avevano scritto qualche giorno fa difronte alle foto in cui Claudi veniva ritratto con le scarpe da tennis lise, il giubbetto antiproiettile e il casco a tracolla. «Ho visto che una mia foto ha avuto una larga circolazione - ha spiegato giovedì sera in un video trasmesso dal Tg di La7 con grande umiltà - ma io vorrei semplicemente dire che si tratta del lavoro di una squadra. Ce ne andiamo quando sarà finito il lavoro». 


Nello stesso giorno, la mamma Giovanna Zucconi aveva celebrato pubblicamente l’azione del figlio con un tweet. «Sono state giornate infinite e di grande sacrificio per i nostri diplomatici e militari - ha spiegato il ministro Di Maio - sul campo, fino all’ultimo istante utile, hanno aiutato migliaia di civili afghani, a partire da donne e bambini, a lasciare il Paese, oltre a tutti gli italiani che hanno scelto di tornare a casa. 


Tutti insieme hanno fatto un lavoro immenso, di cuore, e hanno dimostrato di essere una grande squadra che ha messo passione, impegno e altruismo al primo posto. Un doveroso ringraziamento al Ministero della Difesa e alla nostra intelligence: hanno lavorato senza sosta anche per proteggere i nostri connazionali ancora a Kabul. Tutto il popolo italiano vi sarà grato per quello che avete fatto. Ogni vostro singolo sforzo ha permesso di salvare vite umane». Ora per Tommaso Claudi un periodo di meritato riposo. Il prossimo incarico è stato già definito: il diplomatico lavorerà in Arabia Saudita.

 

Ultimo aggiornamento: 08:43 © RIPRODUZIONE RISERVATA