Ucciso dalla Sars che aveva contribuito a scoprire: Gran Croce d'Onore alla memoria di Carlo Urbani

Ucciso dalla Sars che aveva contribuito a scoprire: Gran Croce d'onore alla memoria di Carlo Urbani
Ucciso dalla Sars che aveva contribuito a scoprire: Gran Croce d'onore alla memoria di Carlo Urbani
3 Minuti di Lettura
Sabato 27 Marzo 2021, 08:04

ANCONA - Gran Croce d’Onore dell’Ordine della Stella d’Italia alla memoria di Carlo Urbani, il medico marchigiano dell’Oms che a Bangkok in Thailandia - il 29 marzo 2003 - rimase vittima della Sars, la polmonite atipica che aveva contribuito ad individuare come nuova patologia. L’onorificenza è stata conferita dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, su proposta del Ministero degli Affari Esteri.

La Gran Croce è stata consegnata alla vedova di Urbani, Giuliana Chiorrini, da rappresentanti del Ministero, al termine di un iter avviato nel maggio 2020 su richiesta dell’ambasciatore d’Italia ad Hanoi, Antonio Alessandro. «È un riconoscimento che premia il forte legame di Carlo con il Vietnam, e che ci riempie di gioia - ha sottolineato la vdeova Urbani -. Un segno che la voce di Carlo è ancora viva e parla con la forza dei suoi valori». L’Ordine della Stella d’Italia è istituito nel 2011 modificando il vecchio ordinamento che premiava italiani all’estero o stranieri che meglio avessero assistito nella ricostruzione dell’Italia. Solo due, ad oggi, gli insigniti della Gran Croce d’Onore dell’Ordine della Stella d’Italia: Carlo Urbani e Barbara De Anna. «L’onorificenza - ha spiegato l’ambasciatore Alessandro - è stata conferita dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella in ossequio al suo altissimo contributo alla lotta contro la Sars in Vietnam e al sacrificio che purtroppo questo ha comportato». Nei giorni scorsi il ministro della Salute vietnamita, Nguyen Thanh Long, ha nuovamente evocato l’operato del professor Urbani in occasione di un importante consesso internazionale sulla risposta all’attuale pandemia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA