Dai ristoranti ai musei, dai teatri ai cinema, dai palas agli stadi: ecco quando serve il Green pass. E per chi mangia in hotel? Vediamo le regole

Venerdì 6 Agosto 2021 di Maria Teresa Bianciardi
Dai ristoranti ai musei, dai teatri ai cinema, dai palas agli stadi: ecco quando serve il green pass. E per chi mangia in hotel? Vediamo le regole

Da oggi scatta l’obbligo Green pass, parte prima. Deve essere mostrato da tutti i cittadini di età superiore ai 12 anni e sono esentati solo «i soggetti che hanno idonea certificazione medica». Può avere la certificazione verde chia ha effettuato una dose di vaccino ed entrambe le somministrazioni, chi è guarito nei precedenti sei mesi, oppure chi ha effettuato un test molecolare o antigenico o salivare nelle 48 ore precedenti e ha avuto esito negativo. Per ottenere e scaricare il green pass bisogna aver ricevuto un sms con il codice authcode (qui spieghiamo cosa fare se non arriva) che dovrà essere inserito sulla pagina Internet dgc.gov.it oppure sulla app Immuni. Sulla app IO, invece, compare direttamente. Chi non riesce a scaricare il green pass può esibire il certificato cartaceo.

 

 

1

NELLE STRUTTURE RICETTIVE IL PASS NON SI ESIBISCE MAI

Il grande dilemma è stato sciolto. I clienti degli alberghi, che non hanno obbligo di Green pass, non dovranno esibirlo nemmeno per accedere ai ristoranti e ai bar al chiuso nelle strutture ricettive. Lo ha deciso la cabina di regia tra i capigruppo della maggioranza confermando quanto già previsto dal decreto precedente. 

 

2

CHI HA IL VACCINO REITHERA È ESENTATO PER 60 GIORNI

Chi ha fatto due dosi del vaccino di Reithera sarà esentato dal Green pass, mentre chi ha fatto una sola dose avrà indicazione di fare la seconda dose con un vaccino riconosciuto, per ottenere così la certificazione verde. È l’orientamento della cabina di regia di ieri mattina. Chi ha partecipato alla sperimentazione di Reithera dovrebbe uscire dall’attuale incertezza ed essere esentato per sessanta giorni dal Green pass. 

 

3

CON LA DOPPIA DOSE QUARANTENA DI 7 GIORNI

La quarantena per chi abbia completato il ciclo vaccinale, in caso di contatto con un positivo al Covid, durerà sette giorni invece di dieci. Sono queste le indicazioni emerse durante la cabina di regia di governo sul Covid. I nuovi termini dovrebbero essere indicati da una specifica circolare del ministero della Salute: la quarantena potrà terminare al settimo giorno, dopo tampone negativo.

 

4

NEI CINEMA E NEI TEATRI 2.500 PERSONE AL CHIUSO

Da oggi la certificazione verde sarà obbligatoria nei cinema e nei teatri. In zona gialla la capienza non dovrà superare il 50% e gli spettatori passano all’aperto a 2500 e al chiuso a 1000. Invece in zona bianca (la situazione attuale delle Marche),il tetto di spettatori all’aperto è di 5000 persone e al chiuso di 2500. Bisognerà indossare la mascherina e sedersi a un metro di distanza.

 

5

NEGLI STADI E NEI PALAS I TIFOSI A NUMERO CHIUSO

Negli stadi e nei palazzetti dello sport in zona bianca, «la capienza consentita non può essere superiore al 50% di quella massima autorizzata all’aperto e al 30 % al chiuso». In zona gialla «la capienza consentita non può essere superiore al 25 % di quella massima autorizzata e, comunque, il numero massimo di spettatori non può essere superiore a 2.500 per gli impianti all’aperto e a 1.000 per gli impianti al chiuso». 

 

6

AL LUNA PARK SENZA PASS SOLTANTO GLI UNDER 12

Tutti i ragazzi che vogliono andare al lunapark, nei parchi acquatici, in quelli a tema o di divertimento devono avere il Green pass. Sono esclusi i bambini under 12, ma non i loro genitori o accompagnatori che dovranno esibire il Qr code. Lo stesso vale per i centri culturali o ricreativi al chiuso. I cittadini che non hanno il green pass rischiano la multa fino a 400 euro, ridotta se pagata entro cinque giorni.

 

7

DAI RISTORANTI AI MUSEI ECCO DOVE C’E L’OBBLIGO

Il green pass sarà obbligatorio per i ristoranti ed i bar al chiuso (ma non per chi si ferma al bancone) e per numerose attività del tempo libero. La lista comprende spettacoli aperti al pubblico, musei, istituti e luoghi della cultura, mostre, sagre e fiere, convegni e congressi, centri termali, parchi tematici e di divertimento, centri culturali, centri sociali e ricreativi limitatamente alle attività al chiuso, sale gioco, sale scommesse, sale bingo e casinò.

 

8

CENTRI BENESSERE E TERME ECCO QUANDO È NECESSARIO

Tra i luoghi in cui da oggi sarà necessario entrare con il Green pass ci sono anche palestre, piscine, centri natatori, circoli sportivi, pure se si trovano all’interno di strutture ricettive come alberghi o residence. Ma solo per le attività al chiuso. Lo stesso vale per i centri benessere, le spa ed i centri termali. Per cui se tali strutture si trovano negli alberghi sarò necessario esibire in Green pass per accedervi.

 

Ultimo aggiornamento: 08:12 © RIPRODUZIONE RISERVATA