Crescono le imprese dell'artigianato:
trainano le province di Ancona e Ascoli

Crescono le imprese
dell'artigianato: trainano
province di Ancona e Ascoli
ANCONa - Salgono le imprese aritigiane attive nelle Marche. Secondo le elaborazioni dell’Ufficio Studi di Confartigianato Marche sui dati odierni di Unioncamere-Infocamere, infatti, nel II trimestre 2019 nella regione Marche sono state 733 le imprese artigiane iscritte, livello superiore alle iscrizioni registrate tra aprile e giugno 2018 (721), e 712 le cessate non d’ufficio, dato più alto rispetto allo stesso periodo del 2018 (672). Il saldo del II trimestre 2019 è positivo per 21 unità, era di +49 nel II trimestre 2018. 

Vino, le Marche puntano sulla qualità: quasi la metà marchiati Dop e Igp

Complessivamente il saldo è positivo e pari a 312 imprese in più nella nostra regione. Tra le province, a trainare la crescita dell’artigianato nelle Marche sono le dinamiche osservate ad Ancona e ad Ascoli Piceno dove l’artigianato cresce rispettivamente di 31 e 27 unità, mentre diminuzioni nei restanti territori: -19 a Macerata, -10 a Pesaro-Urbino e -8 a Fermo. 
"Nel dettaglio settoriale - evidenzia Giorgio Cippitelli, Segretario di Confartigianato Imprese Marche - il saldo è trainato in territorio positivo dall’artigianato dei servizi: +17 i Servizi alle imprese e +39 i Servizi alle persone, mentre dinamica negativa per il Manifatturiero (-14) e per le Costruzioni (-12). Per questi due comparti si registra un peggioramento della dinamica rispetto allo stesso periodo del 2018 quando il saldo era positivo. Per quanto riguarda i Servizi alle imprese, con la dinamica positiva registrata nel II trimestre 2019 si osserva un’inversione di tendenza al confronto con lo stesso periodo dello scorso anno, mentre per i Servizi alle persone la dinamica è esattamente in linea a quella del II trimestre 2018"
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 29 Luglio 2019, 15:32 - Ultimo aggiornamento: 29-07-2019 15:32

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO