Saltamartini spinge sui vaccini: «Entro giugno un milione di prime dosi». Ma molti 40-49enni non si sono ancora prenotati

Giovedì 27 Maggio 2021
Saltamartini spinge sui vaccini: «Entro giugno un milione di prime dosi». Ma molti 40-49enni non si sono ancora prenotati

ANCONA - Un milione di vaccinati, con la prima dose, entro giugno. L'assessore Filippo Saltamartini annuncia l'obettivo ambizioso che permetterà alle Marche di partire con l'immunizzazione di massa. Al momento però, non c'è la corsa alle prenotazione per le fasce 50-59 anni e 40-49enni. Per quest'utlima, in particolare, erano attese circa 200mila prenotazioni e ne sono arrivate solo 60mila.

Nelle Marche arrivano 50mila dosi Pfizer ma l'assessore avverte: «Attenzione ai falsi messaggi»

«La nostra Regione - h spiegato saltamartini - per efficienza di vaccinazione è tra le prime a livello nazionale e  ci stiamo impegnando al massimo per essere anche tra quelle che ripartiranno per prime». Le Marche, secondo gli ultimi dati, sono la terza Regione (dietro di qualche decimale a Lombardia e Puglia) per inoculazioni (844.342) in rapporto alle dosi ricevute (909.590) con un lusinghiero 92,8%.

Coronavirus, nelle Marche 154 nuovi positivi: sforata la soglia di casi per zona bianca/ Il trend dei contagi

 

La Regione Marche spinge l’acceleratore sulle vaccinazioni. L’assessore alla Sanità Filippo Saltamartini ,questa mattina, a margine di una conferenza stampa, ha annunciato che l’obiettivo, del tutto raggiungibile, è quello di un milione di vaccinati entro giugno. “Lo avevamo annunciato a gennaio tra molti increduli – ha sottolineato – e oggi possiamo dire che se il volume di vaccini previsti ci sarà consegnato nei tempi stabiliti, il nostro sistema sanitario regionale è pronto entro la  fine del mese prossimo, a portare le Marche ad un milione di prime dosi e quindi all’immunizzazione di massa. Merito dei medici e di tutti gli operatori che lavorano senza sosta e merito anche dei marchigiani che sono andati diligentemente a vaccinarsi evitandoci di dover organizzare i Vaccin Day come da altre parti. Al momento sono aperti gli slot di prenotazione per la fascia dai 40 anni in su, stiamo approntando un nuovo sistema con slot dedicato tramite Poste per accelerare le vaccinazioni delle persone con comorbidità e ci stiamo organizzando per la vaccinazione nelle aziende e nel settore del turismo. In questo senso ci sono numerose richieste di sindaci a cui intendiamo dare risposta. Sono infatti convinto che  per impedire la diffusione del virus sia necessario immunizzare oltre alle categorie fragili, i soggetti con elevata mobilità sociale. Il Piano del Generale Figliuolo prevede come prioritari i criteri dell’età e della fragilità e solo in seguito i ragazzi che devono affrontare la maturità per esempio o i lavoratori delle aziende  e degli esercizi commerciali. In ogni caso, se entro giugno arriveremo ad 1 milione di vaccini su 1,2 milioni di persone vaccinabili, a quel punto potremo utilizzare anche criteri diversi e procedere alla vaccinazione a tappeto dai 16 ai 39 anni. La nostra Regione per efficienza di vaccinazione è tra le prime a livello nazionale e  ci stiamo impegnando al massimo per essere anche tra quelle che ripartiranno per prime”

Ultimo aggiornamento: 28 Maggio, 09:33 © RIPRODUZIONE RISERVATA