Marche, i positivi in crescita con l’emergenza che ha le ore contate. Rianimazioni al 3,5% di letti occupati

Le vaccinazioni sono calate in maniera considerevole nelle Marche
Le vaccinazioni sono calate in maniera considerevole nelle Marche
di Maria Teresa Bianciardi
3 Minuti di Lettura
Domenica 20 Marzo 2022, 05:30

ANCONA - Con le Marche da domani in zona bianca (ci resterà solo undici giorni, fino alla fine dell’emergenza Covid), il virus che ha cambiato il mondo non sembra volere cedere il passo. È cambiato, certo. Si è modificato di variante in variante e quella attuale, seppure contagiosissima, non ha messo in crisi in sistema sanitario tanto quanto la Delta.

A tal punto che ormai, passato il concetto che prima o poi dovremo contagiarci tutti, anche la recrudescenza di Omicron, mutazione inseguita da Omicron 2, non sposterà la scelta di riaprire il Paese e quindi le Marche, salutando per sempre - con gradualità - Green pass e restrizioni. Una consapevolezza che non cambia l’andamento della pandemia: nelle Marche ieri sono stati registrati 2.560 nuovi casi e se il giorno precedente ci sono stati 16 ricoveri nelle strutture sanitarie, nelle ultime 24 ore sono stati invece cinque.


La situazione
Adesso nei reparti ci sono 196 pazienti positivi con 9 in Terapia intensiva (-1), 52 in Semintensiva (+1) e 135 in reparti non intensivi (+5): con questi numeri la saturazione di ricoveri in Rianimazione è del 3,5% (9 su 256 posti) mentre in Area medica sale al 18,3% (187 su 1.020). Continua invece a salire l’incidenza di positivi ogni 100mila abitanti, arrivata 1.133,01 casi. E su 2.560 positivi il report della Regione Marche sottolinea che sono 446 i marchigiani con il Covid che hanno sviluppato sintomi: i casi totali comprendono 793 contatti stretti di positivi, 635 contatti domestici, 21 in ambiente di scuola/formazione, 8 in ambiente di vita/socialità, 5 in setting assistenziale, 3 in setting lavorativo, 2 in setting sanitario. Mentre per 626 contagi è in corso un approfondimento epidemiologico. 


Il dossier
La provincia di Ancona ha fatto segnare 778 positivi; seguono per numero assoluto le province di Macerata (488), Pesaro Urbino (418), Ascoli Piceno (390) e Fermo (367); 119 i casi da fuori regione. Tra le fasce d’età il maggior numero di contagi in quella 25-44 anni (656); a seguire 45-59 anni (567) e 60-69 anni (284). Aumentano anche i positivi tra i bambini della fascia 6-10 anni, tanto che nelle scuole primarie si segnalano nuovi casi all’interno delle classi. In un giorno invece sono state registrate quattro vittime: tutte donne affette da patologie pregresse, che fanno salire il totale regionale a 3.662. Si tratta di una 89enne di Osimo e una 92enne di Castelfidardo, una 76enne di Grottammare e una 87enne di Civitanova Marche. Gli ospiti di strutture territoriali sono attualmente 133 e si trovano a Campofilone, Galantara, Macerata Feltria e Ripatransone. Sono 27 le persone in osservazione nei pronto soccorso: dall’inizio della pandemia sono stati rilevati 360.147 su 2.826.260 tamponi effettuati nelle Marche.

© RIPRODUZIONE RISERVATA