Il Covid è in classe, tamponi e quarantene: ecco quali sono le regole anti-virus. ​A casa con un positivo solo negli asili

Giovedì 2 Dicembre 2021
Il Covid è in classe, tamponi e quarantene: ecco quali sono le regole anti-virus. A casa con un positivo solo negli asili. Foto di archivio

ANCONA - Dopo il balletto di circolari che per qualche ora hanno modificato le norme per le quarantene in classe (tutti a casa con un solo positivo), l’intervento del premier Draghi ha rimesso i tasselli al posto giusto e l’ultimo documento firmato dal dg Rezza chiarisce che l’unico cambiamento sostanziale riguarda i bambini da 0 a 6 anni. Per il traballante programma di testing, in aiuto del commissario per l’emergenza, Francesco Figliuolo, arriva la Difesa che mette in campo 11 laboratori di biologia molecolare in 8 regioni per affiancare l’enorme lavoro cui sono sottoposte le Asl: le strutture incrementeranno i test grazie all’impiego di due laboratori mobili.

 

1

Con la nuova circolare firmata dal direttore generale della Prevenzione sanitaria Gianni Rezza, come cambiano le regole per la quarantena negli istituti scolastici?
Sostanzialmente restano le stesse che sono entrate in vigore il 26 novembre nelle Marche con il recepimento della circolare ministeriale che all’inizio dell’anno scolastico ha regolato le quarantene da Covid privilegiando la scuola in presenza. L’unica modifica riguarda i bambini da 0 a 6 anni.


2

Cosa accade quando viene rilevato un caso positivo tra i bambini tra 0 e 6 anni?
Tutta la classe andrà a casa e dovrà seguire l’iter anti Covid: quindi quarantena di dieci giorni con tampone da effettuare alla fine del periodo di isolamento.


3

E invece quali sono le regole da seguire per le altre fasce di età scolare nel caso in un venisse individuato un caso positivo in classe?
I compagni dello studente positivo devono fare il “tampone 0”, cioè prima possibile. Rientrano subito in classe se il risultato è negativo. Dopo altri cinque giorni fanno un secondo test per avere la certezza di non essere stati infettati.

 

4

Per i docenti valgono le stesse regole?
No. Per i docenti che hanno svolto attività in presenza nella classe dell’alunno positivo o che hanno svolto attività in compresenza con il collega positivo, se sono vaccinati fanno il test e restano a scuola, se non lo sono vanno in quarantena per 10 giorni anche se il primo test è negativo. Rientrano se il nuovo tampone dà il via libera. Per le altre classi non sono previsti provvedimenti, salvo disposizioni diverse della Asl.

 


5

La circolare definisce anche la procedura sanitaria da seguire nel caso in cui in una classe ci fossero invece due casi positivi. Qual è?
Gli alunni vaccinati o negativizzati negli ultimi 6 mesi proseguono la sorveglianza con i due test, a zero e a cinque giorni. Quelli non vaccinati invece vanno in quarantena per 10 giorni anche se negativi al primo esame. Poi effettueranno il secondo test anti Covid. Per i docenti si procede allo stesso modo, come già succedeva per un solo caso.


6

E se si infettano due studenti di una classe nelle scuole elementari e medie?
Per gli studenti di primaria e secondaria di primo grado che, essendo under 12 non possono vaccinarsi, è prevista la quarantena con Dad per 10 giorni con tampone alla fine del periodo di isolamento.


7

Nel caso in cui ad essere positivi fossero tre o più studenti di una stessa classe?
Alunni e docenti che hanno svolto attività in presenza, dopo aver fatto il primo tampone, anche se negativo, vanno in quarantena. L’isolamento dura 7 giorni per i vaccinati e 10 per i non vaccinati. Anche in questo caso è prevista la didattica a distanza.


8

Chi deve individuare i possibili “contatti scolatici”?
Quando c’è un caso positivo a scuola il referente scolastico Covid-19 o il dirigente scolastico individuano i possibili “contatti scolastici” del caso positivo e lo comunicano agli studenti se maggiorenni o ai genitori e indicano le disposizioni da seguire.


9

Che tipi di tamponi si usano per gli studenti?
Per gli studenti dalle elementari in poi sono validi tre diversi tipi di tampone: il molecolare, il rapido e il prelievo salivare con analisi molecolare.

 

10

Che certificazione deve portare chi rientra in classe dopo la sorveglianza con testing?
Il rientro in classe per chi è sottoposto a sorveglianza con testing dopo il test immediato (zero) avviene solo se si è in possesso dell’attestazione di negatività al test rilasciata dai servizi di igiene e sanità pubblica o in seguito alla comunicazione del Ddp. Ovviamente vietato rientrare in classe se positivi al test.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultimo aggiornamento: 08:59 © RIPRODUZIONE RISERVATA