Acquaroli: «L'impennata dei contagi di mercoledì è dovuta a un errore. Sono sempre troppi, ma stanno scendendo»

Giovedì 1 Aprile 2021
Il presidente della Regione Marche Francesco Acquaroli

ANCONA - Il presidente della Regione Marche Francesco Acquaroli rettifica il numero dei nuovi contagi Covid diffuso ieri, 31 marzo 2021, dal Gores. L'impennata è dovuta a un errore (pare del software), afferma in un post su Facebook, il governatore dopo la diffusione dei dati di oggi, 1 aprile, che vedono i nuovi casi di Covid dimezzarsi, anche se Ancona resta una provincia con numeri preoccupanti.

LEGGI ANCHE

Contagi Covid, un rialzo anomalo fa risalire l'incidenza dei nuovi positivi. Così si allontana la zona arancione

LEGGI ANCHE

Coronavirus, discesa dopo il picco e lo spavento: 487 nuovi positivi nelle Marche. Ma preoccupa Ancona/ Il contagio nelle regioni

Ecco il post su Facebook del presidente Francesco Acquaroli, che ribadisce però di mantenere alta la guardia perché il coronavirus continua a girare e a tenere la sanità in allarme: «Buongiorno a tutti. Oggi il numero dei casi di contagio nella nostra regione torna ad essere nella tendenza dei giorni precedenti, con 487 positivi di cui 62 sintomatici. Vi segnalo inoltre che nel calcolo del dato di ieri si era verificata una anomalia, riscontrata nel pomeriggio. Ma questo non deve farci assolutamente rilassare, perché nonostante ciò resta comunque un dato molto alto, con 650 positivi di cui 81 sintomatici, che speriamo resti un caso isolato. Il dato dei positivi riscontrati oggi, tornato in linea con quelli degli ultimi giorni, ci dice che sta continuando la decrescita del contagio e che le misure messe in atto stanno producendo i loro effetti. Raccomando sempre di tenere alta l'attenzione, perché le nostre strutture ospedaliere sono ancora sotto pressione».

Ultimo aggiornamento: 15:30 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche
caricamento