Contagi Covid e ricoveri ancora in calo, ma le Marche non decollano sulle vaccinazioni ai bambini

Venerdì 8 Aprile 2022 di Lorenzo Sconocchini
Contagi Covid e ricoveri ancora in calo, ma le Marche non decollano sulle vaccinazioni ai bambini

ANCONA - Un altro scalino nella discesa della curva dei contagi, con l’incidenza settimanale a quota 956 ogni 100mila abitanti, quasi mille postivi attuali in meno e un sensibile calo dei ricoveri per Covid-19, -14 nelle ultime 24 ore. Continua ad allentarsi la pressione dell’epidemia nelle Marche, dove l’unica nota stonata che arriva dai bollettini giornalieri è quella dei decessi correlati al Covid, ieri altri 5, tutti con patologie pregresse e di età tra i 72 e i 95 anni.

Medici positivi al Covid, l'ultima emergenza al pronto soccorso: appello urgente ai reparti per coprire i turni

 

La parabola

Con i 2.249 positivi rilevati nell’ultima giornata la curva dei contagi continua la sua parabola discendente, registrando una diminuzione del 7,5% rispetto a una settimana fa. Siamo a un livello di diffusione virale ancora molto sostenuto, per la diffusione della subvariante Omicron-2 che monopolizza ormai oltre l’80% dei nuovi casi nelle Marche, ma comunque in diminuzione. Se ne vedono i riflessi anche sui dati ospedalieri, aggiornati dall’Osservatorio epidemiologico della Regione Marche, che segnalano ricoveri stabili in terapia intensiva (10, per un’occupazione dei posti letto totali ferma al 3,9%) e in netta diminuzione nei reparti di area medica, dove i ricoveri sono scesi da 235 a 221, per una saturazione per Covid del 21,6%. La flessione dei ricoveri è dovuta anche al ritmo sostenuto delle dimissioni dai reperti dove si curano pazienti infetti, ieri ben 39. Continua a scendere anche il totale dei marchigiani attualmente positivi, ieri a 11.489 (-943).
I dati dell’ultima giornata di monitoragggio sono in linea con quelli della settimana 30 marzo-5 aprile esaminata nell’ultimo report della fondazione Gimbe, che segnala per le Marche una diminuzione dell’8% dei nuovi casi rispetto alla settimana precedente. L’incidenza maggiore in questa fase riguarda la provincia di Ascoli Piceno, con 1.174 su 100mila abitanti dell’ultima settimana ma un -10,6% rispetto alla precedente), seguita da Fermo a 1.080 (-11,9%), Ancona a 1.048 (-3,6%), Macerata 860 (-12,4%) e Pesaro e Urbino 709 (-2,3%). Nelle Marche l’occupazione per Covid dei posti letto in ospedale è sopra la media italiana in Area medica (22,6% contro 15,8) ma sotto per le terapie intensive (3,9% contro 5%). Sul fronte vaccini, invece, la popolazione marchigiana che ha completato il ciclo vaccinale è pari 81,4% (media italiana 84%) a cui aggiungere un ulteriore 1,2% solo con prima dose. Il tasso di copertura vaccinale con terza dose è del 83% (media Italia 83,5%). Le Marche restano molto indietro nella vaccinazione pediatrica. Ha completato il ciclo vaccinale il 19,8% della fascia 5-11 anni (media Italia 33,8%) a cui si aggiunge un ulteriore 2,5% (media Italia 3,7%) solo con prima dose.

 

Ultimo aggiornamento: 15:01 © RIPRODUZIONE RISERVATA