Covid, la curva si appiattisce verso il "plateau": 6.152 positivi nelle Marche. Otto morti, tra loro un 47enne /Il trend

Giovedì 27 Gennaio 2022
Covid, la curva si appiattisce verso il "plateau": 6.152 positivi nelle Marche, ecco dove il virus corre

ANCONA - Le Marche sono sull'orlo della zona arancione Covid, spinte dai contagi della variante Omicron, malgrado negli ultimi giorni la curva si stia appiattendo verso quello che i tecnici sperano sia un "plateau". I numeri restano alti con contagi diffusi tra i più piccoli e le fasce no-vax, ma la quarta ondata pare comunque da giorni in fase di assestamento. Oggi, giovedì 27 gennaio, il Gores ha segnalato 6.152 nuovi positivi (ieri erano 6.196), con un tasso di positività del 41,9% (39,6%) sui 14.667 tamponi analizzati (15.628). Scende leggermente l'incidenza che si attesta a 2.640,12 casi settimanali ogni 100mila abitanti (da 2.691,01 di ieri).

Usava il Green pass autentico, ma della sorella, per consumare al bar: denunciata una donna

Otto morti, ricoveri +1

Oggi è stato, purtroppo, segnalato il decesso di otto persone nelle Marche, 5 donne e tre uomini, tutti già sofferenti anche per altre patologie. La vittima più giovane era un 47enne di Porto Sant'Elpidio (Fm), la più anziana una 90enne di Senigallia (An). Da inizio epidemia sono state 3.395 le vittime nelle Marche, 1.889 uomini e 1.506 donne. Sostanzilamente stabili i ricoverati legati al Covid, che oggi sono 358, uno più di ieri. Scendono a 57 (-1), quelli in terapia intensiva, salgono a 301 (+3), quelli in area medica.

Marche, la zona arancione è a un passo ma i colori sono in bilico. Ecco quando decide il governo

I contagi per province e classi di età

È ancora la provincia di Ancona quella più colpita (1.836), ma i casi sono generalmente più numerosi nelle province del nord della regione, seguono  infatti Pesaro Urbino (1.405), Macerata (1.358), Ascoli Piceno (703) e Fermo (601). Resta alto (249) il numero dei contagiati provenienti da fuori regione.

Per quanto riguarda i contagi per classi di età le più colpite rimangono quelle "intermedie" e con le più alte percentuali di no-vax: 1.744 casi per le persone tra 25 e 44 anni e 1.436 per quelle tra 45 e 59. Ma è ai più giovani che si guarda con attenzione, con numeri che si mantengono alti. Sono infatti 1.787 i contagi per gli under 18, con ben 103 casi solo tra i bambini fino a 2 anni. 

Reparti Covid al limite ed è guerra sulle graduatorie degli infermieri. L'Ordine: «È sempre presente personale già in servizio»

IL TREND DEI CONTAGI

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 28 Gennaio, 10:10 © RIPRODUZIONE RISERVATA