Covid, primo giorno fuori dallo stato d'emergenza: nelle Marche 2.386 positivi e incidenza ancora giù: Un decesso, ricoveri -7/ Il trend

Covid, primo giorno fuori dallo stato d'emergenza: nelle Marche 2.386 positivi e incidenza ancora giù
Covid, primo giorno fuori dallo stato d'emergenza: nelle Marche 2.386 positivi e incidenza ancora giù
3 Minuti di Lettura
Venerdì 1 Aprile 2022, 10:54 - Ultimo aggiornamento: 2 Aprile, 09:06

ANCONA - Oggi l'Italia, dopo due anni, festeggia l'uscita dallo stato d'emergenza Covid. Le Marche celebrano questo passaggio, a suo modo storico, mantenendosi nel trend nazionale che vede un appiattimento dei nuovi casi dopo l'accelerazione dovuta alla variante Omicron-2. L'incidenza che piega verso il basso e la relativa pressione sulle strutture ospedaliere vanno nella stessa direzione, ma i numeri giornalieri restano ancora troppo alti per abbandonare ogni tipo di precauzione.

Oggi, venerdì 1 aprile, il Gores ha segnalato 2.386 nuovi positivi (ieri erano stati 2.349) con un tasso di positività del 41% (dal 42,9%) sui 5.819 tamponi diagnostici testati (5.481). L'incidenza scende ancora, seppure lievemente, per il nono giorno consecutivo e oggi si attesta a 1.025,57 casi settimanali ogni 100mila abitanti (1.033,30).

Un decesso, ricoveri -7

Oggi è stato purtroppo comunicato il decesso legato al Covid di una persona: è morta un 89enne di Montegranaro (Fm), già sofferente anche per altre malattie. Da inizio pandemia sono state 3.714 le vittime nelle Marche, 2.068 uomini e 1.646 donne. Scendono i ricoverati, che oggi sono 250, 7 meno di ieri. Salgono a 13 (+2, 5,1% di occupazione dei posti letto) quelli in in terapia intensiva. Scendono a 237 (-9, 23,2%) quelli in area medica.

I positivi per provincia

Numeri che si appiattiscono per le province marchigiane ma con proporzioni che rimangono stabili: è sempre Ancona quella più casi (732), seguita da Macerata (449), Pesaro Urbino (438), Ascoli Piceno (381) e Fermo (292); sono 94 i casi provenienti da fuori provincia. 

I contagi per classi di età

Anche oggi più della metà dei contagi giornalieri si concentrano nelle fasce di età intermedie, con 631 positivi tra i 25-44enni e 629 tra i 45-59enni. Tra i più giovani si conferma la fascia dei bambini delle scuole elementari (6-10 anni) la più colpita con 145 casi; tra le fasce di età più avanzate spicca ancora quella dei 60-69 enni con 290 contagi in 24 ore.

L'emergenza Covid non è finita, altri quattro anziani uccisi dal virus. Focolaio in un reparto dell'ospedale

IL TREND DEI CONTAGI

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA