Covid, continuano a crescere i positivi nelle Marche: sono 575. Sale l'incidenza, ecco dove il virus corre. Tre decessi/ I dati delle regioni

Venerdì 26 Novembre 2021
Covid, continuano a crescere i positivi nelle Marche: sono 575. Sale l'incidenza, ecco dove il virus corre

ANCONA - Non si ferma e anzi accelera la diffusione del Covid nelle Marche con, nelle ultime settimane, report progressivamente crescenti. Oggi, venerdì 26 novembre, il Gores ha segnalato 575 nuovi positivi, il 16,4% dei 3.504 tamponi nuove diagnosi analizzati. Continua la salita dell'incidenza, arrivata a 162,3 casi ogni 100mila. È di nuovo la provincia di Pesaro-Urbino quella con  più contagiati (164), seguita da da Ancona (132), Ascoli Piceno (103), Macerata (86) e Fermo (64); sono 27 i casi provenienti da fuori regione.

Tavullia, contagi da zona rossa e in crescita. L'appello della sindaca: «Vaccinatevi o rischiamo di dover chiudere tutto»

I contagi per classi di età

Sono due le classi di età maggiormente colpite dall'aumento dei contagi, di nuovo quella tra 45 e 59 anni (143) e tra 25 e 44 anni (137), e quella tra 45 e 59 anni (123), ma restano alti anche i numeri di bambini tra 6 e 10 (55) e ragazzi tra 14 e 18 (44).

Tre decessi, ricoveri +2

Sono stati purtroppo 3 i decessi legati al Covid segnalati oggi. Sono morti una 85enne di Pesaro, un 82enne di Fiuminata (Mc) ed una 85enne di Monteroberto (An); erano tutti afflitti anche da atre patologie. da inizio epidemia sono state 3.146  le vittime nelle Marche; 1.761 uomini e 1.385 donne. In leggero aumento i riveri, che oggi sono 97, 2 più di ieri. Stabili a 23 quelli in terapia intensiva, scendono a 23 (-2) quelli in semi intensiva e salgono a 51 (+4) i degenti nei reparti non intensivi

Super Green pass. Il sindaco Mancinelli: «Sì, protegge la normalità che abbiamo conquistato». L'assessore Latini: «No, obbligo che divide i cittadini imposto da un decreto»

Ricoveri, i numeri di vaccinati e no vax

Stabili, rispetto agli ultimi giorni, i rapporti tra vaccinati e non tra le fila di ricoverati e contagiati. In terapia intensiva il 33% dei ricoverati ha ricevuto 2 o 3 dosi di vaccino, il 67% sono no vax. In area medica il 40% è vaccinato ed il 60% no. Tra i casi positivi generali il 50% è con il siero ed il 50% no. Per quanto riguarda l'incidenza sono ricoverati in terapia intensiva 0,64 vaccinati e 3,47 no vax su 100mila; in area medica rispettivamente 2,54 e 10,42. Tra i casi positivi generali l'incidenza è di 26,11 su 100mila per i vaccinati e di 71,34 per i no vax.

Super Green pass, le associazioni di categoria sulla misura anti Covid: «Dallo sport agli alberghi, è meglio che rischiare il lockdown»

IL CONTAGIO NELLE REGIONI

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 27 Novembre, 10:55 © RIPRODUZIONE RISERVATA