Covid, nelle Marche 2.862 nuovi positivi: infetta quasi la metà dei tamponi, l'incidenza torna sopra quota mille. Sette morti, ricoveri +16/ Il trend

Venerdì 18 Marzo 2022
Covid, nelle Marche 2.862 nuovi positivi: infetta quasi la metà dei tamponi, l'incidenza torna sopra quota mille

ANCONA - Anche nelle Marche, ormai, la subvariante Omicron-2 è dominante nella ripresa della quarta ondata Covid. Ripresa dei positivi giornalieri che, nei giorni scorsi, ha spinto l'assessore regionale Saltamartini ad un invito "a non abbassare la guardia" ma che, per fortuna, al momento non si riverbera direttamente sui ricoveri ospedalieri. Il numero dei pazienti, infatti, è molto inferiore a 12 mesi fa, quando la campagna vaccinale era alle sue prime fasi. Oggi, venerdì 18 marzo, il Gores ha segnalato 2.862 nuovi positivi (ieri erano stati 2.889), con un tasso di positività del 46,6% (dal 45,5%) sui 6.146 tamponi analizzati (6.350). Continua la risalita dell'incidenza, arrivata oggi a 1063,21 casi settimanali ogni 100mila abitanti (ieri era 974,35)

Sette morti, ricoveri +16

Oggi, purtroppo, sono stati segnalati sette decessi legati al Covid nelle Marche. Sono morti 4 uomini 3 donne, con età compresa tra 69 e 97 anni, tutti già afflitti anche da altre malattie tranne la vittima più giovane, una 69enne di Civitanova (Mc). Da inizio pandemia sono state 3.658 vittime nelle Marche, 2.042 uomini e 1.616 donne. Corposo balzo in avanti dei ricoverati, che oggi sono 191, 16 più di ieri. Salgono a 10 (+2) quelli in terapia intensiva, con un tasso di occupazione del 4%. In salita anche i ricoverati in area medica 181: (+14, 17,7%).

Festa per i 100 giorni all’esame, poi a letto con la febbre: nuovo focolaio d’influenza dopo il party in discoteca

I contagi nelle province

Numeri in risalita in tutte le province marchigiane, si conferma Ancona quella più colpita con 881 casi, seguita da Macerata (539), Pesaro Urbino (454), Ascoli Piceno (447) e Fermo (417); sono 124 i contagiati provenienti da fuori regione

Allarme Covid, scoppia un nuovo focolaio alla casa di riposo: 23 casi positivi

I positivi per classi di età

Anche oggi quasi la metà dei positivi giornalieri si concentra nelle due fasce intermedie d'età: 719 casi tra i 25-44enni e 677 tra i 45-59enni. Si accende una piccola spia d'allarme per l'aumento dei positivi (367) nelle persone tra 60 e 69 anni. Tra i più giovani la fascia più colpita, con 222 casi, è quella dei ragazzi delle scuole superiori tra 14 e 18 anni.

Omicron-2 accelera i contagi, tengono le terapie intensive. Il virologo Stefano Menzo di Torrette: «Merito del vaccino»

 

IL TREND DEI CONTAGI

 

 

Ultimo aggiornamento: 19 Marzo, 08:43 © RIPRODUZIONE RISERVATA