Covid, nelle Marche i nuovi positivi sono 264, cinque i morti. Le province dove il virus corre di più /Il trend dei contagi

Martedì 23 Novembre 2021
Covid, nelle Marche i nuovi positivi sono 264, sale ancora il tasso di incidenza. Le province dove il virus corre di più

ANCONA - I nuovi positivi al Covid oggi, 23 novembre 2021, nelle Marche sono 264 su 3.878 tamponi esaminati nel percorso diagnostico-screening. La percentuale di positività è del 6,8% e il tasso di incidenza cumulativa è di 135,01. Dati in linea con quelli, preoccupanti, degli ultimi giorni, con il tasso di incidenza che cresce circa di altri 3 punti. 

La progressione del tasso di incidenza cumulativa su 100mila abitanti nelle Marche

La divisione dei nuovi positivi per provincia

E' Ancona la provincia con il maggior numero di nuovi positivi (90), seguita da Ascoli Piceno (60), Fermo (50), Pesaro Urbino (34) e Macerata (20). Sono 10 i casi di fuori regione. 

5 morti, ricoveri -1

Sono stati purtroppo 5 i decessi legati al Covid segnalati oggi: sono morti 4 uomini e una donna con età comprese tra 74 e 89 anni, 4 di loro eranno afflitti anche da altri malattie. Da inizio pandemia nelle Marche sono morte 3.142 persone, 1.760 uomini e 1.382 donne. In lieve calo i ricoverati, che oggi sono 90, uno meno di ieri. Scendono a 21 (-1) quelli in terapia intensiva e a 23 (-1) quelli in semi intensiva (-2), salgono a 45 (+2) quelli nei reaprti non intensivi.

La divisione dei nuovi contagi per fasce di età

Sono sempre la classe di età 25-59 anni quella che fa registrare il maggior numero di nuovi casi di positività a Sars-Cov-2, seguita dalla fascia 60-69 anni. Per quanto riguarda i ragazzi, a contagiarsi di più anche oggi sono i bambini da 6 a 10 anni, una classe esclusa dalla possibilità di sottoporsi a vaccinazione anti-Covid.

I numeri dell'occupazione dei letti in ospedale tra vaccinati e no vax

In terapia intensiva i vaccinati (con 2/3 dosi) sono il 31%, il 69% sono no-vax. Nell'area medica il 43% sono vaccinati, il 57% no. Percentuali che cambiano sui casi positivi generali: 53% già vaccinati e 47% senza neppure una dose. Un dato che rafforza quanto sostiene la comunità scientifica: il vaccino se pure non blocca il virus fa sì che non si sviluppi la malattia grave, non a caso la percentuale di pazienti nei reparti ospedalieri Covid sono no-vax.

E ora il tasso su 100mila (vaccinati/non vaccinati), misura base alle platee (1.080.000 vaccinati vs 403mila non vaccinati) per intensità di cura: In terapia intensiva il tasso è dello 0,7% per i vaccinati, del 4,5% dei no vax; nell'area medica il rapporto è 2,7% e 9,4%, sui casi positivi generali il 12,7% sono vaccinati, il 30,8% non lo sono.

LEGGI ANCHE

Padre no-vax e mamma pro-vax. Decide il giudice: «Sì al vaccino per il 12enne anche se il genitore non vuole». Ecco come è motivata la sentenza

LEGGI ANCHE 

Il Covid gira di più. Il ministro Speranza: «La terza dose di vaccino anche dopo cinque mesi». La Regione: «Noi siamo pronti». Dove sono gli hub

LEGGI ANCHE 

Paralizzato per undici anni dopo l'incidente: dall'Asur Marche il primo via libera d'Italia al suicidio assistito

 

IL TREND DEI RICOVERI

 

 

Ultimo aggiornamento: 24 Novembre, 11:29 © RIPRODUZIONE RISERVATA