Covid, sei morti nelle Marche, tra loro due donne di 47 e 51 anni. I nuovi positivi sono 4.923, più della metà in due sole fasce di età. Province, ecco dove il virus corre

Domenica 16 Gennaio 2022 di Morando Nardi
Nelle Marche i nuovi positivi oggi sono 4.923, più della metà in due sole fasce di età. Province, ecco dove il virus corre

ANCONA -  Il virologo Stefano Menzo non ha dubbi: alla fine la variante Omicron infetterà tutti. E c'è uno studio che rimette in dubbio la stagionalità del Covid: d'estate migliora, anche perché la vita trascorre più all'aria aperta. Quest'anno, sostiene lo studio, non sarà cosi, alla vigilia dell'estate potrebbe arrivare un secondo turno di Omicron. Sarà vero? Non sarà vero? Le uniche verità accertate finora sono che il virus si diverte a mutare e a far saltare le previsioni a suo piacimento e che i vaccini non evitano al 100 per cento il contagio ma limitano, e tanto, gli effetti per chi si ammala. Lo dicono i numeri dei posti letto occupati nelle rianimazioni, dove la percentuale assoluta riguarda i no-vax.

Pesante il bilancio delle vittime per il Covid oggi nelle Marche. I morti sono 6, tra cui due donne di 47 e 51 anni. Aumentano anche le persone ricoverate: +10. Diminuisco però i posti letto occupati in terapia intensiva: - 3.

Dopo i 5.766 nuovi contagi di ieri, nelle Marche il dato sugli infettati delle ultime 24 ore ci dice che ne abbiamo altri 4.923, di cui 598 sintomatici. I tamponi esaminati nel processo diagnostico-screening sono stati 14.184 (ieri 22.541). Ci sono poi 1.255 casi in fase di approfondimento epidemiologico. La percentuale di positività è del 34,7% (dal 25,6%) e il tasso di incidenza cumulativa su 100mila abitanti sale ancora da 1.257,42 di ieri a 1.459,83 di oggi. 

Incidenza cumulativa su 100mila abitanti, nel grafico l'impennata dovuta a Omicron

Oltre la metà dei nuovi contagi si registra nelle fasce in cui maggiore è il numero di no-vax, a dimostrazione che Omicron è perisolosa con la salute forse come la precedente variante Delta ma che lo scudo vaccini nei malati ne limita la gravità.

Una nuova impennata, visto il numero minore di tamponi esaminati? Di certo i numeri in crescita dipendonpo dalla nuova modalità di calcolo. «Stiamo rilevando tutti i casi positivi e recuperando il tracciamento - affermano dall'Osservatorio epidemiologico della Regione Marche - . Dal punto di vista epidemiologico lo studio sull'andamento dell'incidenza. con la vecchia modalità, ci porta ad osservare una prima flessione (circa il 17% sulla settimana passata) quindi il raggiungimento del plateau epidemico. Vediamo con l'apertura della scuola nella settimana appena trascorsa se si osserveranno variazioni epidemiologiche». 

Province, Ancona e Pesaro Urbino quelle con il maggior numero di nuovi positivi

Sono anche oggi le province di Ancona e Pesaro Urbino quelle con il più alto numero di nuovi contagi da Sars-Cov-2, rispettivamente con 1.365 e 1.192 casi. Seguono, nell'ordine, le province di Maceata con 895, Ascoli Piceno con 759 e Fermo con 508. Sono 204 i nuovi positivi al virus di fuori regione. 

 

Due fasce di età trainano i contagi nelle Marche

Sono senpre le fasce di età zoccolo duro dei no-vax a trainare i contagi nelle Marche. E cioè quelle 25-44 e 45-59 anni, dove i nuovi infettati dal virus nelle ultime 24 ore sono rispettivamente  1.348 e 1.335. Il dato confortante è il ritorno a numeri meno allarmanti dei contagiati della classe 6-10 anni, dopo il picco di oltre duemila registrato nel bollettino dell'Osservatorio epidemiologico di ieri: oggi sono 373. Complessivamente da 0 a 18 anni i nuovi contagiati sono 1.180.

LEGGI ANCHE

Noto esercente grave per il Covid. E' tra gli indagati per il rilascio di falsi green pass

LEGGI ANCHE 

Scuola, il caso della quarantena: con 2 positivi a casa 10 giorni, con 3 invece solo 5. Chiesti chiarimenti all’Asur

+++++NOTIZIA IN AGGIORNAMENTO++++

Ultimo aggiornamento: 17 Gennaio, 11:44 © RIPRODUZIONE RISERVATA