Dai viaggi al tempo libero con il Green pass in tasca, da domani le nuove regole. Ecco dove valgono e dove no. Super multe, quando scattano

Giovedì 5 Agosto 2021
Dai viaggi al tempo libero con il Green pass in tasca, da domani le nuove regole. Ecco dove valgono e dove no. Super multe, quando scattano

ANCONA - Da domani tutti con il Green pass in tasca. Che sia da vaccino, da test anti-Covid o da guarigione dal virus, il Qr code dovrà girare sempre con noi, a meno che non si faccia parte della schiera di ragazzini da 0 a 11 anni o le condizioni fisiche non consentino una profilassi di questo tipo. Per tutti gli altri sarà necessaria la certificazione verde per accedere a ristoranti e bar (al chiuso ma non al bancone), stadi, cinema, teatri, musei, palestre, piscine, sagre, fiere, parchi tematici, sale gioco e sale scommesse. Sarà il lasciapassare dell’estate. Ma il governo studia già le misure per settembre. 

 

 

1

Cosa succede nelle Marche da domani?
Nelle Marche in zona bianca, così come in tutta Italia sarà necessaria una certificazione antiCovid per chi ha più di 12 anni per andare a pranzo e a cena, per un aperitivo ma anche per andare in palestra, in piscina, in teatro, al cinema, allo stadio ad una fiera o ad un convegno.

 

2

Come funziona il Green pass, ossia la certificazione che consente una vita sociale senza l’incubo contagio?
Il Green pass è valido con una dose di vaccino antiCovid, se si ha un tampone negativo effettuato nelle 48 ore precedenti all’impegno programmato o se si è guariti dall’infezione nei sei mesi precedenti.

 

3

È obbligatoria la certificazione verde nei ristoranti e nei bar?
Il Green pass (nelle modalità già specificate) è obbligatorio per le consumazioni al tavolo e al chiuso. Bisognerà esibirlo al momento dell’ingresso nel locale o quando si andrà ad occupare il tavolo prenotato.

 

4

E per le prenotazioni all’aperto?
La certificazione non serve per chi pranza o cena all’aperto e per chi consuma all’esterno dei bar. Ma non è necessaria nemmeno per la consumazione veloce al bancone.

 

5

Con il Green pass si può viaggiare liberamente all’interno dell’Unione europea?
Dal primo luglio la certificazione verde offre la possibilità, al suo titolare, di circolare liberamente all’interno degli Stati membri Ue, salvo non siano imposte ulteriori misure di contenimento straordinarie nel luogo di destinazione.


6

Può essere utilizzato anche nei Paesi extra-Ue?
La disciplina adottata nei singoli Paesi extra-Ue è diversa, pertanto non potrà essere utilizzata liberamente la certificazione digitale del green pass, e sarà necessario rispondere alle singole richieste espresse da parte di ogni Stato fuori dall’Unione europea. 


7

Si può smettere di indossare la mascherina al chiuso con il Green pass?
No. Il possesso della Certificazione non implica la fine delle misure di contenimento(mascherine, distanziamento), in quanto non è esclusa la possibilità di infezione nei vaccinati o in quelli che sono guariti, soprattutto con le varianti.

 

8

Cosa si rischia nel caso in cui ci si trovi senza Green pass durante un controllo? 
Sono previste sanzioni per i cittadini e per gli esercenti in caso di violazioni delle norme. In particolare si rischia una multa da 400 a 1000 euro sia a carico dell’esercente sia dell’utente; la chiusura da 1 a 10 giorni dell’esercizio, sele infrazioni dovessero essere riscontrate per tre volte in tre giorni diversi.

 

9

Con la certificazione verde si può entrare nelle Rsa per le visite ai congiunti?
La certificazione verde Covid-19, o green pass, può essere usata in Italia per gli spostamenti verso e da una zona arancione o rossa, per partecipare a matrimoni e ricevimenti successivi a cerimonie civili e religiose, per accedere a residenze sanitarie assistenziali (Rsa). 

 

10

Cosa bisogna fare per entrare in possesso del Green pass?
Una volta ricevuto un sms con il codice authcode bisognerà inserirlo sulla pagina Internet dgc.gov.it oppure sulla app Immuni seguendo attentamente le istruzioni. Sulla app IO, invece, compare direttamente. Per tutte le informazioni c’è un numero verde: 800.91.24.91 attivo tutti i giorni dalle 8 alle 20.

 

11

Chi deve effettuare i controlli sul possesso della certificazione verde?
I gestori devono controllare agli ingressi, ma le verifiche sono di competenza delle forze dell’ordine.

 


12

Il Green pass è obbligatorio per le strutture ricettive?
Le strutture ricettive, tra cui anche gli hotel, non rientrano nelle attività che sono obbligate richiedere il green pass ai propri clienti. Ma vi sono alcune situazioni in cui è necessario esibire il certificato: l’accesso a piscine, centri natatori, palestre, sport di squadra, centri benessere, anche all’interno di strutture ricettive, limitatamente alle attività al chiuso è consentito solamente alle persone in possesso del green pass. Si sta ancora ragionando invece se sia necessario nei ristoranti all’interno degli alberghi.

 

 

Ultimo aggiornamento: 15:24 © RIPRODUZIONE RISERVATA