Premio agli eroi del Coronavirus, Regione e sindacati firmano l'accordo: 20 milioni per gli operatori sanitari

Sabato 18 Aprile 2020
Premio agli eroi del Coronavirus, Regione e sindacati firmano l'accordo: 20 milioni per gli operatori sanitari

ANCONA - Allarme Coronavirus nelle Marche: riconoscimento economico agli operatori della sanità. A disposizione 20 milioni per quelli che il governatore Ceriscioli chiama "gli angeli del Covid". Lunedì sarà firmato un protocollo con i sindacati.

LEGGI ANCHE:
Coronavirus, altri 28 guariti nelle Marche, calo costante dei ricoverati in terapia intensiva

L'allarme del procuratore Sottani: «Arriverà denaro a fiumi, la criminalità è pronta. Attenzione ai cavalli di Troia»


"Con un protocollo - si legge nella nota della Regione - che mette a sistema oltre 20 milioni di euro la Regione Marche e le segreterie regionali Confederali Cgil, Cisl e UilL hanno formulato un piano, che sarà sottoscritto lunedì, per assegnare un riconoscimento economico a tutti gli operatori impegnati ormai da settimane nella cura e nell’assistenza ai cittadini colpiti dal Coronavirus". “La caratteristica del nostro accordo – afferma il presidente Luca Ceriscioli – è la chiarezza, la certezza delle risorse, l'impegno non solo verso i dipendenti, ma anche per le altre figure che lavorano nei nostri ospedali: dirigenti medici e sanitari, personale sanitario, socio-sanitario, tecnico e ausiliario del comparto, operatori di supporto, addetti alle pulizie e sanificazione degli ambienti. E’ il dovuto riconoscimento ai nostri angeli del Covid, che meritano un ringraziamento non solo a parole per la loro opera immensa di queste lunghissime settimane”.

"Inoltre - continua la nota - per implementare le politiche del personale nelle prospettive dei cambiamenti di lungo periodo che la pandemia comporterà, La Regione si impegna a sostenere in sede nazionale l’inserimento nel primo provvedimento utile di una quota di riserva del Fondo Sanitario Nazionale per finalità premiali della professionalità.
"Consideriamo molto importante – dichiarano unitariamente Daniela Barbaresi, Sauro Rossi e Graziano Fioretti, rispettivamente Segretari Generali di Cgil Cisl UilL Marche - che si riconosca e valorizzi concretamente il profondo senso di responsabilità, la particolare dedizione al lavoro e lo straordinario impegno profuso da tutti coloro che ormai da lungo tempo sono in prima linea per fronteggiare questa drammatica emergenza sanitaria. Un’emergenza che conferma il valore imprescindibile del sistema sanitario pubblico e dei lavoratori e lavoratrici che ne rappresentano il pilastro fondamentale".

© RIPRODUZIONE RISERVATA