Coronavirus, nelle Marche finalmente si può giocare a carte. E tornano i giornali al bar e dal barbiere

Venerdì 10 Luglio 2020 di Andrea Taffi
Coronavirus, nelle Marche finalmente si può giocare a carte. E tornano i giornali al bar e dal barbiere

ANCONA - Cadono anche gli ultimi diaframmi che separavano le vita post Covid dalla normalità. Il decreto 211 firmato ieri dal governatore Luca Ceriscioli porta almeno quattro novità di rilievo.

LEGGI ANCHE:
Bengalese positivo con febbre e tosse viola la quarantena e viaggia anche nelle Marche, fermato a Roma

Bengalesi positivi al Covid, 16 giorni di misteri: la catena dei contatti è un rebus

Si stabilisce, per esempio, che a partire da oggi è consentita l’apertura al pubblico delle saune in qualsiasi struttura, con caldo e secco e temperatura regolata. L’apertura delle saune è subordinata al rispetto delle misure già previste nel protocollo per le strutture termali e i centri benessere. E sono riammese, nei circoli, le partite a carte, seppur con mascherine e sanificazioni, e tornano i giornali nei bar e dai barbieri.
 
La seconda novità
Sempre a partire da oggi ritroveremo giornali e riviste per la lettura all’interno degli esercizi commerciali, degli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande (bar, pizzerie, ristoranti, etc. ) e di servizi, degli studi professionali, delle attività di parrucchieri, tatuatori ed estetisti, degli stabilimenti balneari e in generale in tutte le attività aperte al pubblico o che prevedano la fruizione da parte di clienti nonché nei circoli ricreativi. La condizione principale richiesta è che nell’esercizio ci siano più copie di quotidiani e periodici a favore dell’utenza per l’uso comune, l’igienizzazione delle mani utilizzando dispenser o altri dispositivi da posizionare nelle immediate vicinanze, l’utilizzo obbligatorio della mascherina.
Briscola e tressette
Buone notizie anche per i circoli: sempre da oggi riprende la possibilità di giocare a carte. Finalmente, verrebbe da dire. Queste le prescrizioni: obbligo di utilizzo di mascherina, igienizzazione frequente delle mani utilizzando dispenser o altri dispositivi da posizionare nelle vicinanze dei giocatori, igienizzazione frequente della superficie di gioco, rispetto della distanza di sicurezza di almeno un metro sia tra giocatori dello stesso tavolo sia tra tavoli adiacenti. Inoltre si consiglia una frequente sostituzione dei mazzi di carte usati con nuovi mazzi. Infine, il decreto firmato contiene anche le linee guida regionali per il funzionamento degli ippodromi, che entreranno in vigore alla data di pubblicazione del decreto sul BUR Marche, con apertura dell’attività al pubblico il giorno successivo alla pubblicazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA