Bancarotta e riciclaggio: dodici arrestati. Volevano anche chiedere i contributi per il Coronavirus. Più di 140 indagati

Lunedì 27 Luglio 2020
Bancarotta e riciclaggio: dodici arrestati. Volevano anche chiedere i contributi per il Coronavirus. Più di 140 indagati

ANCONA - Dodidici arrestati pr reati fiscali, bancarotta e riciclaggio: il sodializio voleva anche accedere ai finanziamenti legati all'emergenza Coronavirus. Oltre 200 finanzieri del Nucleo di Polizia Economico Finanziaria di Ancona, dello Scico di Roma, del Gruppo di Fermo e della Compagnia di Civitanova Marche, hanno dato esecuzione a dodici ordinanze di applicazione della misura di custodia cautelare di cui nove in carcere e tre ai domiciliari.

LEGGI ANCHE:
Mamma affoga per un malore mentre fa il bagno a Sottomonte. L'allarme dato dalla famiglia in spiaggia

I rave party dei ragazzini tra birra e bottiglie di vino. E non mancano le risse

I responsabili sono indagati, insieme ad altre 132 persone, per associazione per delinquere, bancarotta fraudolenta, reati fiscali, riciclaggio e auto-riciclaggio. La mente dell'organizzazione criminale ha più volte palesato l'intento di utilizzare le sue società per avanzare richieste per usufruire delle agevolazioni e delle misure a sostegno dell'economia stanziate a seguito dell'emergenza Covid-19.

© RIPRODUZIONE RISERVATA