Saltamartini: «Nelle Marche mancano infermieri, pronti ad assumerne 3mila. E i tamponi Covid sono quasi finiti»

Martedì 3 Novembre 2020
Saltamartini: «Nelle Marche mancano infermieri, protni ad assumerne 3mila. E i tamponi Covid sono quasi finiti»

ANCONA - Emergenza coronavirus, nelle Marche sono due le criticità più urgenti, secondo l'assessore alla sanità Filippo Saltamartini: la mancanza di infermieri e la carenza di tamponi: in magazzino ce ne sarebbero solo per qualche giorno.

LEGGI ANCHE:

Coronavirus, nelle Marche altri 431 nuovi positivi: un centinaio da contatti in famiglia/ La mappa del contagio

Dal coprifuoco alla chiusure nel weekend fino ai limiti degli spostamenti: cosa rischiano le Marche con il nuovo Dpcm Covid


"Siamo pronti all'assunzione di 3.000 infermieri da oggi. Ieri abbiamo chiuso le graduatorie quindi avremo un rinforzo immediato". Tra le misure varate dall'amministrazione regionale per affrontare l'emergenza Coronavirus nelle Marche l'assessore alla Sanitaà, Filippo Saltamartini, annuncia il rafforzamento degli organici del personale sanitario. "Abbiamo dato delle direttive per assumere tutti i 3.000 infermieri in graduatoria. Persone assunte con un contratto da tre mesi provvisorio e poi, quando le procedure concorsuali saranno concluse, li assumeremo con contratto a tempo indeterminato". "Andiamo verso un rilevante aumento della curva dei ricoveri in particolare di malati ospiti delle Case di riposo- continua Saltamartini- abbiamo circa 250 persone che sono ammalate nelle nostre Rsa". Grave anche la situazione relativa alla dotazione di vaccini e tamponi. "È stata ordinata una quantita' insufficiente di tamponi. Questa mattina nei magazzini ce ne sono 14mila che ci bastano per 3-4 giorni. Ho dato direttive affinchè la Regione possa andare ad acquistarli direttamente sul mercato, ma se non riusciremo a farlo subito dovremo ricorrere alla Protezione civile. Ogni giorno servono 5.000 tamponi ordinari e 2.500 tamponi antigenici rapidi". 

© RIPRODUZIONE RISERVATA