Londra, le isole, la Germania e il Belgio: le rotte del Sanzio dopo il lockdown

Londra, le isole, la Germania e il Belgio: le rotte del Sanzio dopo il lockdown
Londra, le isole, la Germania e il Belgio: le rotte del Sanzio dopo il lockdown
di Martina Marinangeli
5 Minuti di Lettura
Martedì 23 Giugno 2020, 09:58

ANCONA - La prima compagnia a spezzare l’isolamento dell’aeroporto Sanzio è stata Volotea con il volo per Catania. Tre giorni in tutto a giugno, ma tanto è bastato per rimettere in pista lo scalo marchigiano che dopo il lockdown si ritrova orfano della rotta per Monaco: prima del Covid aveva tre rotazioni giornaliere. Persi anche Londra Gatwick e i voli charter dall’est Europa. Ma oggi verrà pubblicato il bando da 13,5 milioni per le start up di nuovi voli e il vento potrebbe cambiare.



LEGGI ANCHE:
Incendio in uno scantinato, evacuata nella notte una palazzina con sei famiglie, in salvo i residenti: c'è l'ipotesi del dolo

Coronavirus, a Pechino corre il contagio. Negli Usa più di 120.000 morti, Germania altri 500 casi. La pandemia accelera in India


Il Sanzio riparte dopo lo stop di oltre tre mesi dei voli passeggeri a causa dell’emergenza Covid. Quali sono le compagnie aeree pronte a far decollare i propri aerei dallo scalo? 
La prima compagnia a ripartire è stata Volotea, con il volo per Catania già operativo dal 19 giugno. Da luglio, la low cost garantirà anche i collegamenti per Palermo, Cagliari e Olbia. Sempre da luglio, Ryanair tornerà ad operare sulle rotte di Londra Stansted, Dusseldorf e Bruxelles Charleroi. Dal 4 luglio, inoltre, ripartirà anche Ancona-Tirana con Blue Panorama, con quattro rotazioni settimanali (martedì, giovedì, sabato e domenica).
 
Quali compagnie non hanno riconfermato la loro presenza?
Lufthansa per ora non ha riconfermato la rotta per Monaco, che prima del Covid aveva tre rotazioni giornaliere. Anche EasyJet non ripartirà con il Londra Gatwick, almeno per l’estate. In entrambi i casi, Aerdorica sta trattando per cercare di ripristinare i collegamenti. Persi anche i voli charter dall’est Europa (Riga, Vilnius e Kiev): forse potrebbe tornare, ad agosto, il volo da Kiev operato dalla Windrose, ma non c’è ancora l’ufficialità. Ad aprile, sarebbe dovuta partire anche la rotta per Parigi operata da Transavia, ma il Covid l’ha spazzata via. 

Chi volesse partire a giugno può andare solo a Catania? 
A giugno sì. Oltre al 19 giugno, sono state garantite altre due rotazioni il 26 ed il 29. A luglio aumenterà la frequenza: la prima settimana, i collegamenti saranno previsti dal venerdì alla domenica, mentre nella seconda settimana verranno aggiunti anche il lunedì ed il martedì. Nella terza settimana, si potrà volare tutti i giorni escluso il mercoledì e nella quarta tutti i giorni eccetto il mercoledì ed il giovedì. Dal 27 luglio e per tutto agosto, la rotta sarà operativa sette giorni su sette.

Quando si potrà invece volare alla volta di Palermo, Cagliari e Olbia?
Palermo inizierà dal 4 luglio e si potrà volare tre volte a settimana (martedì, giovedì e sabato). Ad agosto e settembre si aggiungerà anche il mercoledì, mentre ad ottobre si tornerà alla stessa rotazione prevista per luglio. Per quanto riguarda Cagliari, anche in questo caso il primo volo sarà il 4 luglio e fino a settembre i collegamenti saranno garantiti due volte a settimana, il martedì ed il sabato. Chiude il poker di Volotea la new entry Olbia, che dal 3 luglio fino ad ottobre sarà collegata ad Ancona due volte la settimana, il venerdì e la domenica. 

Da quando si potranno raggiungere le mete europee con Ryanair?
Dal 2 luglio riparte il volo verso Londra, con tre rotazioni settimanali il martedì, il giovedì ed il sabato. Ad agosto e settembre ci saranno collegamenti dal martedì al sabato, mentre ad ottobre si ridurranno a martedì, mercoledì, venerdì e sabato. Sia Dusseldorf che Charleroi torneranno ad avere collegamenti dal 3 luglio e, fino ad ottobre, lo scalo tedesco sarà raggiungibile una volta a settimana (il sabato), mentre quello belga due volte (lunedì e venerdì).

Come si viaggerà nell’era del Covid?
È stata esclusa la clausola del distanziamento a bordo. I voli potranno decollare a piena portata e ciò si traduce in 189 posti per i Boeing 737-800 di Ryanair e Blue Panorama, ed in 156 posti per gli Airbus 319 di Volotea.

A che punto è il bando da 13,5 milioni di euro finanziato dalla Regione per le start up di nuovi voli? 
Dopo aver ricevuto l’ok dall’Unione europea, il bando sarà pubblicato oggi. Resta da aggiustare un aspetto tecnico per inserire anche Monaco tra le destinazioni, esclusa dal bando originario perché era già servita da Lufthansa. Ma a causa dell’emergenza Covid il collegamento è nel frattempo saltato. 

Quali nuovi collegamenti potrebbero arrivare dal bando? 
Qualunque sia l’esito del bando, la maggior parte degli eventuali benefici ricadranno sul 2021, non sull’anno in corso. In ogni caso, il bando è stato suddiviso in sei lotti: uno nazionale, con scali come Roma Fiumicino, Milano Linate e Milano Malpensa. Gli altri cinque riguardano mete extra-domestiche: la Gran Bretagna, il nord Europa (Finlandia, Norvegia, Svezia, Olanda, Danimarca, Germania), i principali mercati dell’Europa occidentale (Francia, Svizzera, Spagna, Portogallo) e di quella orientale (Bulgaria, Ungheria, Romania, Polonia), ed i Balcani

Ci sono buone speranze per il successo del bando? 
A gennaio, dieci compagnie aeree avevano risposto all’avviso per manifestazione d’interesse e la speranza è che perfezionino la procedura partecipando anche al bando. Il problema è che è arrivato in ritardo sulla tabella di marcia: pubblicato due mesi fa, avrebbe generato qualche volo in più. 

Per cos’altro passa il rilancio del Sanzio? 
Il cargo è ripartito agli stessi ritmi che sosteneva prima del Covid. Sono state aperte tre gare per i nuovi parcheggi, la segnaletica ed i nuovi bagni. Per metà luglio verrà presentato il progetto da quasi 10 milioni di euro – da portare a casa entro l’anno – del restyling del corpo centrale, che unirà i due terminal e ospiterà un’area commerciale. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA