L'allarme coronavirus non ferma la Camera di Commercio: «Il futuro è da remoto»

Giovedì 27 Febbraio 2020
L'allarme coronavirus non ferma la Camera di Commercio: «La formazione si fa online»

PESARO - La Camera di Commercio delle Marche non si arrende alle limitazioni legate all'allarme coronavirus, anzi punta forte sui servizi on line per continuare nelle sue attivita. "Le limitazioni che gravano sul territorio  per l'emergenza sanitaria in atto non frenano l'attività di Camera di Commercio delle Marche che offre uffici aperti e formazione on line. L'Ente,  Punto Impresa Digitale riconosciuta dal Ministero dello Sviluppo Economico, lavora da tempo per promuovere l'utilizzo delle nuove tecnologie  e renderle accessibili a tutte le imprese. Ora il web ci viene in aiuto per aggirare le restrizioni legate a questo delicato momento: non potendo prevedere manifestazioni pubbliche la formazione prevista oggi presso la sede camerale di Pesaro nell'ambito del progetto "Eccellenze in Digitale" è stata trasformata in conferenza web e ha ottenuto un grande successo" spiega il Presidente Gino Sabatini.

LEGGI ANCHE:
E' influenza e non coronavirus. Sorride il Piceno: negativi i due casi sospetti

Coronavirus, sospiro di sollievo a Piandimeleto: sono negative le analisi del 51enne


"Gli imprenditori , hanno apprezzato il cambio di programma e seguito il seminario con la formula webinar, gratuita, accessibile, intuibile. Basta avere un account gmail. E Google, con Unioncamere è il promotore del progetto a cui Camera Marche aderisce per favorire la digitalizzazione delle PMI dei distretti produttivi italiani. "Che  a bene vedere imparare ad essere digitali su una piattaforma on line è quanto di più coerente potessimo proporre. In molti, dialogando con la nostra docente digital strategist sulla chat hanno fatto richiesta di altre iniziative simili, tanto che è già prevista una replica il 3 marzo del seminario dedicato al tema del webcopyright" commenta Sabatini "E on line avviene anche la consulenza del nostro esperto ICE per chi internazionalizza, come pure l'emissione dei certificati per l'estero, dal primo aprile disponibili direttamente al domicilio delle imprese con il servizio stampa in azienda".
 

Ultimo aggiornamento: 17:34 © RIPRODUZIONE RISERVATA