Coronavirus, la proposta choc di Burioni: «Infettare volontari vaccinati, così riduciamo sperimentazione»

Lunedì 13 Aprile 2020
Coronavirus, la proposta choc di Burioni: «Infettare volontari vaccinati, così riduciamo sperimentazione»

Roberto Burioni ha fatto una proposta choc in merito al coronavirus durante Che Tempo che Fa parlando di infettare volontariamente i volontari che si sottoporranno ai vaccini. «Si prendono delle persone giovani, persone che non dovrebbero soffrire grande danno dall’infezione, si vaccinano e poi si prova a infettarle. Se questo venisse eticamente accettato noi potremmo ridurre quell’anno a pochi mesi».


LEGGI ANCHE: Coronavirus vaccino italo-inglese, ad aprile test accelerati: «Da settembre si potrà usare»

Burioni parla per assurdo, ma spiega come con un "escamotage" che certo non è permesso di potrebbe affrontare con maggiore sicurezza la fase 2 vista l'alta contagiosità del virus. Su come ripartire afferma con convinzione: «Quando usciamo dovremo portare tutti le mascherine, e su questo dobbiamo cominciare a prepararci. Serve fare più tamponi, tantissimi test, perché questa malattia può durare anche un mese. E poi, servono le app per tracciare tutti i contatti».

LEGGI ANCHE: Huawei dona 1,6 milioni di mascherine all'Italia: ecco a chi andranno le prime 250mila

Poi Burioni parla dei progressi fatti in merito al vaccino, che sarà un cerotto. «La scienza sta andando a velocità mai conosciute prima. C'è una grossa novità che dobbiamo considerare, una novità che potrebbe cambiare il futuro dei vaccini. Come si fa per capire se un vaccino funziona? Si prendono 4mila persone, 2mila si vaccinano e 2mila no: poi si seguono nel tempo per vedere se tra i non vaccinati c'è maggiore incidenza della malattia. Questo richiede molto tempo: ma ora si sta cominciando a parlare della possibilità di sperimentare il vaccino su dei volontari».

LEGGI ANCHE: Fase 2, De Micheli: «Uffici con orari flessibili e nuove tecnologie per controllare il riempimento dei bus»

 

Ultimo aggiornamento: 15:25 © RIPRODUZIONE RISERVATA