Case hot anche nelle Marche: sgominata
organizzazione cinese per lo sfruttamento

Case hot anche nelle Marche:
sgominata organizzazione
cinese per lo sfruttamento
ANCONA – Ci sono anche appartamenti nelle Marche, in particolare a Jesi e Macerata, nell’inchiesta che ha squarciato il velo su un’organizzazione cinese per lo sfruttamento della prostituzione.
I carabinieri di Mestre hanno arrestato tre donne cinesi per il reato di sfruttamento della prostituzione ai danni di alcune giovani connazionali, diverse decine. I militari hanno individuato un appartamento a Mestre, uno a Padova, uno a Macerata e uno a Jesi. Ma le prestazioni, per tutte le tasche da 50 a 500 euro, potevano avvenire anche a domicilio o in albergo.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 27 Febbraio 2019, 12:30 - Ultimo aggiornamento: 27-02-2019 12:39

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO